Trafomec, presidio a oltranza ma la situazione si complica: "La Regione ci aiuti"

Il blocco delle merci fuori dai cancelli prosegue senza sosta, ma l'asse tra ex lavoratori e occupati comincia a incrinarsi. Il sindacati: "Colpa dell'azienda"

Più forti della pioggia. Ma qualcosa si sta incrinando. Andiamo con ordine. Intanto prosegue, nonostante le pessime condizioni meteorologiche, il presidio degli ex lavoratori Trafomec davanti ai cancelli dell’azienda di Tavernelle. I lavoratori si sono divisi in gruppi di 15-20 e a turno “occupano” i due ingressi della fabbrica.

I loro colleghi attualmente occupati all’interno di Trafomec Europe, nel frattempo, pur esprimendo solidarietà agli ex dipendenti che rivendicano i propri diritti, evidenziano una serie di preoccupazioni per le conseguenze che il blocco delle merci sta determinando sull’attività produttiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Appare chiaro a tutti – commentano Fiom Cgil, Fim Cisl e Ugl metalmeccanici – che tali disagi, interni ed esterni, hanno un comune denominatore, ovvero il comportamento dell’azienda, che, con il suo assordante silenzio, conferma le preoccupazioni sulla tenuta complessiva dell’accordo e sulla capacità di valorizzazione del sito produttivo di Tavernelle. Chiediamo con forza – concludono i sindacati – alla Regione dell’Umbria di richiamare l’azienda ai suoi impegni prima che la situazione diventi ingestibile e fuori controllo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento