Il sindacato dei pensionati dice no al Sistema Regionale Sanitario

La Federazione Nazionale Pensionati dell'Umbria esprime tutta la sua preoccupazione per la riorganizzazione del sistema regionale sanitario e propone alcune modifiche al settore

La Segreteria Regionale dei Pensionati della Cisl esprime preoccupazione all’indomani del Convegno, Per un sistema sanitario migliore, tenutosi qualche giorno fa. La Fnp Cisl Umbria ribadisce la necessità di passare dalle parole ai fatti, al fine di garantire un servizio medico efficiente ai pensionati.

La questione sanitaria non sfugge al sindacato e la Fnp aveva già da tempo espresso alcune proposte, elaborate da tutta la
Cisl e che riguardano elementi come: l'acquisizione culturale, sviluppo e programmazione di un sistema di prevenzione come fonte
indiscutibile di risparmi economici e di sofferenze; l'accorpamento dei due assessorati sociale e sanitario; la riduzione della Asl; nuovi criteri delle nomine, dai direttori generali ai primari; la rideterminazione delle priorità dei finanziamenti, cioè meno agli ospedali e più al territorio ed infine l’aumento dell’efficienza e riduzione degli sprechi a livello ospedaliero.

Insomma per la Federazione dei Pensionati è l'ora di prendere le decisioni e passare dalle parole ai fatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento