Il vino dell'Umbria conquista l'estero: Stati Uniti innamorati del nostro Sagrantino

Hanno convinto gli States, il Montefalco Sagrantino DOCG 2008 e 2012, due annate pregiate che hanno ottenuto rispettivamente valutate 5 e 4 stelle

 Negli ultimi anni, i winelovers americani sono diventati sempre più esigenti e raffinati, orientando le proprie preferenze di acquisto verso vini a denominazione d’origine e vini tipici regionali (Nomisma, 2018), con una forte predilezione per i prodotti italiani. Un trend che è stato confermato anche dal caloroso interesse con cui il pubblico statunitense ha accolto Steak & Sagrantino, ciclo di degustazioni a stelle e strisce di Sagrantino e vini dell’area di denominazione Montefalco. Il tour, organizzato dal Consorzio Tutela Vini Montefalco, ha toccato le principali città degli Stati Uniti, due delle quali New York e Chicago, proponendo seminari per scoprire i vini dell’area a denominazione Montefalco e cene degustazione con la partecipazione dei produttori aderenti, che hanno visto la partecipazione di centinaia di wine lovers, esperti del settore e giornalisti.

Obiettivo del tour non è stato solo quello di confermare la forza del posizionamento del Sagrantino, massima espressione dell’Umbria, in un mercato strategico come quello statunitense, primo referente per l’export dei vini di Montefalco con il 26% del totale delle bottiglie vendute nel mondo, ma anche quello di suggerire gli abbinamenti vino cibo, alla varie pietanze, alla scoperta di sapori e profumi nostrani e alle situazioni in cui bere Sagrantino.

Hanno convinto gli States, il Montefalco Sagrantino DOCG 2008 e 2012, due annate pregiate che hanno ottenuto rispettivamente valutate 5 e 4 stelle. Il pubblico americano ha apprezzato il Sagrantino come vino suggerito per la stagione dei Barbecue all’aperto molto famosa negli USA. Grande interesse da parte del pubblico è stato registrato anche per  il seminario tenutosi a New York, che ha visto la partecipazione di Jeff Porter, membro del Wine Educational Board di Ian D’Agata, e l’incontro a Chicago, con introduzione a cura di Kristen Ellis, Fine Wine Specialist and Wine Educator.

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento