Rometti risponde ai comitati: "Dimettermi io? Sulle biomasse siamo rispettosi delle leggi"

Risposta dell'assessore Silvano Rometti alle dimissioni chieste dai tanti Comitati umbri che si battono contro la proliferazione sul territorio di numerosi impianti di produzione di energie rinnovabili

Dopo le dimissioni chieste la scorsa settimana dai molti Comitati attraverso il 'Coordinamento regionale per le energie rinnovabili',  l'assessore Rometti risponde: "Basta guardare i dati per capire che non sono vere le cifre apportate dai comitati - sottolinea Rometti - e anche la nostra politica regionale è ritenuta una delle più efficaci riguardo alla tutela dell'ambiente e dei cittadini".

L'assessore con delega all'ambiente non ha usato mezzi termini per descrivere quella che ritiene una protesta strumentale, "sembra quasi una battaglia per mettersi in mostra, fatta anche di notizie falsate, in Umbria sono 14 le centrali di rinnovabile, con un regolamento tra i più restrittivi tra le regioni italiane, se prendiamo il fotovoltaico, il 95% delle centrali è sotto i 20Kwh. Inoltre siamo tra le prime sulla penisola riguardo la salvaguardia ambientale, compreso un virtuoso sistema di raccolta differenziata".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rometti ci tiene a precisare come, sia le amministrazioni comunali che le varie associazioni ambientali siano in sintonia con le politiche regionali: "la stragrande maggioranza degli umbri è con noi, resta importante l'attuazione di un programma preciso ed efficace, attento a tutte le esigenze, ambientali, sociali ed economiche, cosa che stiamo cercando di fare con molta attenzione alle migliorie che ci vorranno per il futuro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento