Regione Umbria, nuovi finanziamenti per imprese e professionisti: due milioni di euro

Le spese ammesse riguardano consulenze e attività di supporto specialistico all’internazionalizzazione, iniziative promozionali all’estero e partecipazione a fiere internazionali, attività finalizzate alla costituzione di partnership con imprese estere ed altre attività

“Ammonta a 2 milioni di euro, con una riserva di 200 mila euro a favore dei professionisti, la dotazione finanziaria del bando 2019 di supporto a progetti di internazionalizzazione delle imprese e dei professionisti”: lo annuncia il presidente della Regione Umbria Fabio Paparelli. L’avviso,   che verrà pubblicato domani  7 agosto nel Supplemento ordinario nr.3 del Bur nr.40, si propone di favorire la realizzazione di progetti delle microimprese, piccole e medie imprese (MPMI) e professionisti, con sede sul territorio regionale, che si presentano sui mercati internazionali con l’obiettivo di rafforzare la competitività, l’internazionalizzazione e la promozione dell’export attraverso azioni integrate che valorizzino le produzioni e il contesto regionale di provenienza. Le domande, la cui istruttoria sarà effettuata con procedura valutativa a sportello secondo l’ordine cronologico, potranno essere presentate dalle ore 10 del 10 settembre 2019 alle ore 12 del 28 febbraio 2020.

“Anche con questa misura che si avvale di risorse pubbliche consistenti – ha aggiunto il presidente – vogliamo continuare a sostenere i positivi dati dell’export umbro, che si presenta in crescita, e consolidare il contributo delle esportazioni alla crescita dell'economia regionale, aumentando il numero delle imprese umbre stabilmente esportatrici e la presenza delle aziende umbre sui canali internazionali".

E ancora: "Nel triennio 2016 al 2019 – ha concluso il presidente – quasi mille imprese umbre hanno beneficiato degli strumenti regionali a supporto della internazionalizzazione per un totale di 8 milioni e mezzo di euro che hanno prodotto investimenti complessivi per 17 milioni".

 L’avviso, rivolto alle micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata ai liberi professionisti, prevede contributi in regime “de minimis”.  Le spese ammesse riguardano consulenze e attività di supporto specialistico all’internazionalizzazione, iniziative promozionali all’estero e partecipazione a fiere internazionali, attività finalizzate alla costituzione di partnership con imprese estere ed altre attività.

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, tragedia lungo la strada: inutili i soccorsi, muore a 48 anni

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

  • La favola di Ferragosto: mamma Cristina e il piccolo Lorenzo più forti delle complicazioni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento