Regione Umbria, nuovo bando per imprese e professionisti: 1 milione di euro di finanziamento

Living lab: pubblicato l’avviso per 1 milione di euro per sperimentare modalità innovative per servizi in ambito sociale

La Regione Umbria ha pubblicato l’avviso da 1 milione di euro destinato alla creazione nei due capoluoghi di provincia di Living Lab, ambienti di innovazione aperta, nei quali il coinvolgimento attivo degli utenti finali permette di realizzare percorsi di co-creazione di nuovi servizi, prodotti e infrastrutture sociali.

La ripartizione dello stanziamento previsto per il finanziamento dell’avviso è prevista per il 60% a favore di progetti insistenti nella provincia di Perugia e per il restante 40% per quelli sulla provincia di Terni.

Le sfide tematiche individuate grazie all’attività preliminare svolta da Sviluppumbria, società incaricata dalla Regione a dare attuazione all’avviso, sono quelle delle soluzioni innovative e tecnologiche per migliorare l’offerta turistica; per agevolare la mobilità veicolare e delle persone; per promuovere il consumo consapevole/riuso/riciclo; per la valorizzazione del patrimonio culturale; per la digitalizzazione dei processi didattici; a favore di soluzioni di sostegno alla terza età e di persone con disabilità; per il miglioramento del livello di sicurezza percepita nelle città; per soluzioni innovative che favoriscano lo sviluppo di nuovi modelli di business.

Ciascuna soluzione che voglia concorrere al finanziamento dovrà quindi essere contemporaneamente incentrata sull’ampliamento delle capabilities delle imprese (innovazione e trasferimento di Know-how) e sull’individuazione di idee progettuali condivise, come risposta ad esigenze reali espresse dai cittadini, secondo l’approccio tipico del processo di open-innovation.

Il contributo concedibile a fondo perduto è pari al 45% della spesa ritenuta ammissibile, che può andare da un minimo di 30mila fino ad un massimo di 150mila euro, contributo che può essere portato fino al 60% se i beneficiari per lo sviluppo del progetto abbiano previsto il coinvolgimento di una Università o di un centro di ricerca.

Per la presentazione della domanda di ammissione al contributo, le Micro Piccole e Medie Imprese e le società tra professionisti iscritte nel registro delle imprese tenuto presso la C.C.I.A.A. del territorio competente, devono disporre di una firma digitale in corso di validità e di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC). La domanda dovrà essere inviata a mezzo PEC dalla casella PEC dell’impresa proponente dichiarata in domanda, all’indirizzo sviluppumbria@legalmail.it. Le domande sono presentabili dalle ore 12 di domani, mercoledì 23 ottobre, e fino alle ore 12 di lunedì 23 dicembre prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

Torna su
PerugiaToday è in caricamento