Approvato il piano tasse e tariffe Giunta Romizi: zero aumenti, più agevolazioni e riduzioni

Sconti per i territori delle aree del Disagio ambientale, per chi conferisce nei centri raccolta, su sedi per associazioni, enti o soggetti della cultura, sociale e volontariato

Buone notizie sul versante delle tariffe-tasse per i cittadini di Perugia: aumentate le agevolazioni mentre restano invariate le tasse come Tasi e Iposta Unica Comunale. Il consiglio comunale ha ratificato le decisione della giunta a maggioranza.  Per quanto riguarda la componente Tasi (tributo per i servizi indivisibili), con questo atto – ha spiegato l’assessore al bilancio, Bertinelli - si è esclusivamente provveduto ad aggiornare la tabella relativa ai costi dei servizi indivisibili alla cui copertura, seppure parziale, è destinata la Tasi, rimanendo inalterata l’aliquota da applicare.

Anche sul versante Iuc 2019 invarianza dei costi a carico del cittadino mentre aumentano le agevolazioni a favore del cittadino, delle associazioni ed enti a scopo sociale e culturale, dei residenti nelle cosidette aree a rischio dove ci sono impianti, discariche o selezionatori di rifiuti urbani. 

AGEVOLAZIONI E RIDUZIONI UTENZE NON DOMESTICHE -  Sono previste nella delibera riduzioni ed agevolazioni (invariate rispetto al 2018) per le percentuali di rifiuti autonomamente avviate al riciclo da parte delle utenze non domestiche, è superata la soglia del 50% della produzione totale di rifiuti): dal 50,1% al 59,9% la riduzione è pari al 4%; dal 60 al 69,9% è pari all’8%; dal 70 al 79,9% è pari al 12%; dall’80 all’89,9% è pari al 16%; dal 90 al 100% è pari al 20%.

SCONTI RIFIUTI DIFFERENZIATI CENTRI RACCOLTA - Sono previste riduzioni (invariate rispetto al 2018) per le utenze domestiche che conferiscono rifiuti in forma differenziata direttamente presso i centri di raccolta comunali, secondo il seguente schema: per una quantità ponderata da 0 a 99,99kg l’incentivo è pari a zero, dal 100 a 500 kg è pari a 0,07 euro al kg, oltre 500 è pari a 35 euro (massimale).

PREZZI DIMEZZATI SU SEDE PER ENTI, ASSOCIAZIONI, ONLUS - rispetto al 2018, nell’ambito delle utenze non domestiche è stata istituita una nuova categoria che tiene conto della modesta produzione di rifiuti da parte “enti ed associazioni impegnate in attività di interesse culturale, sociale ed assistenziale” limitatamente alle loro sedi. In considerazione di tal introduzione si consentirà ai soggetti in possesso di determinati requisiti di pagare un importo calibrato sull’effettiva produzione di rifiuti: esempio un’utenza di 100 mq che nel 2018 pagava 490 euro (essendo ricompresa nella categoria 1), nel 2019 pagherà 150 euro.

DISAGIO AMBIENTALE - A riguardo delle misure agevolative per il disagio ambientale (spettanti alle utenze domestiche poste nelle vicinanze degli impianti di Ponte Rio, Pietramelina e Borgo Giglione), stante la riduzione dei conferimenti presso Pietramelina, le stesse sono così individuate: Ponte Rio: fascia rossa 100% di riduzione; fascia arancione 50%; Pietramelina: fascia rossa 85%, arancione 40%; Borgo Giglione: fascia rossa 85%, arancione 40%.

Rispetto al 2018 si registrano, a beneficio dei cittadini residenti, percentuali in aumento sia in relazione alle aree limitrofe all’impianto di Pietramelina che di Borgo Giglione, mentre quelle relative a Ponte Rio risultano confermate. Per l’anno 2019 la somma disponibile stanziata per le agevolazioni è di circa 240mila euro in netto aumento rispetto ai 105mila euro del 2018.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Travolto e ucciso da un'auto in superstrada: Fabrizio muore a 45 anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento