"Il triste compleanno della caramella Rossana, la Perugina smantella il reparto"

L'intervento di Carla Spagnoli, presidente del Movimento per Perugia: "E' un'eccellenza che chiunque ci invidia"

di Carla Spagnoli, presidente Movimento per Perugia

Quest’anno la tanto amata caramella “Rossana” compie 90 anni. Nel 1926, infatti, dalle mani e dal genio della mia bisnonna Luisa nasce questa caramella, il cui nome è dovuto a Roxanne, la dama amata da Cyrano de Bergerac nel celebre romanzo di Rostand. Lo squisito contrasto del gusto zuccherino con la dolce crema di mandorle e rhum all’interno ha fatto della “Rossana” un’icona del marchio Perugina, insieme al “Bacio”.

La “Rossana” rappresenta l’autentica trasposizione nel mondo delle caramelle di quei connotati già consolidati da Perugina sul cioccolato: eleganza e raffinatezza, unite alla ricchezza e alla bontà del prodotto. Il tutto unito a quell'ammiccamento al mondo dei sentimenti, strada già percorsa dal “Bacio”, completato da un pizzico di sensualità che ne ha fatto, da sempre, la signora in rosso delle caramelle italiane. Eppure non ci risulta che la Nestlè o i Sindacati ad oggi stiano organizzando eventi per celebrare i 90 anni delle caramelle “Rossana”, un vero peccato se si pensa che la Perugina potrebbe avvantaggiarsi di questa pubblicità per rilanciarsi sul mercato… Ci vorrebbe poco per dare una svolta: è bastata una scena del film “La Giovinezza” di Paolo Sorrentino per dare un’impennata alla vendita delle “Rossana”: un giapponese a Perugia, dopo aver visto il film, ne comprò addirittura 36 chili! Che cosa sarebbero oggi le “Rossana”, con un po’ di pubblicità in più

 Ogni marchio concorrente ci invidia questa caramella longeva, che ha fatto la storia della Perugina e del made in Italy, e farebbe di tutto per promuoverla! Oggi in Perugina sembra che il reparto caramelle, insieme a quello dei biscotti e della confiserie, sia in “fase di smantellamento”… I sindacati continuano a parlare e a presentare ipotetici Piani Industriali per cercare di salvare la faccia agli occhi degli operai. La realtà, però, vede i lavoratori allarmati e preoccupati e il clima, allo stabilimento Perugina di San Sisto, è sempre più pesante! Si teme il peggio per il prossimo 2 marzo, giorno in cui la Nestlè presenterà il vero Piano Industriale (non quello di carta dei Sindacati!)… Che cosa ne sarà delle caramelle “Rossana”? Cari Sindacati, come volete celebrare i 90 anni delle “Rossana”? Che eventi ci sono in programma? È impensabile anche solo ipotizzare che un prodotto come la “Rossana”, cuore della Perugina, possa scomparire, ma i dubbi sul futuro restano e le paure aumentano! Un triste compleanno quello delle “Rossana”, ci auguriamo che non sia l’ultimo…

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • La signora Spagnoli ha ragione su tutto. I primi responsabili della situazione della Perugina sono i sindacati, tutto ciò che avviene nello stabilimento è condiviso dal sindacato. Resto allibito come non siano i lavoratori, la politica , le istituzioni, tutta la città ad allarmarsi e indignarsi difronte ad un impoverimento del territorio e di un' azienda che rappresenta Perugia nel mondo. A dimenticavo l'Assessore Severini pensa alla rievocazione medievale, che schifo questa classe dirigente. Forse non sarà il caso di incazzarsi per davvero. Speriamo bene il 2 marzo vedremo quale futuro avrà la nostra grande e amata Perugina.

  • Giusto, molto meglio l'aspartame che è cancerogeno... Grazie ancora nestlè.

  • Le caramelle di zucchero? Ma lassa gì.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Esplosione nella notte, fanno saltare la cassa continua di un supermercato: banditi in fuga

  • Cronaca

    Si sente male durante una nuotata al mare, gravissima docente universitaria perugina

  • Cronaca

    Tragedia a Perugia, stroncato da un malore ispettore di polizia: muore a 50 anni

  • Cronaca

    Muore dopo tragico incidente a Deruta, donati gli organi: reni e fegato salvano tre pazienti

I più letti della settimana

  • Torna l'incubo furti, oltre al raid in casa, rubata anche una Mercedes: "Fate attenzione a questa auto"

  • Incidente a Deruta, non c'è stato nulla da fare per una donna: donati gli organi

  • Va in overdose alle 11 della mattina in Piazza del Bacio: la corsa disperata in ospedale

  • Lite dopo la scuola: padre preso a pugni da un altro genitore, spedito all'ospedale

  • Tragico schianto in sella alla bici, sbatte la testa e muore: inutili i soccorsi

  • Tragedia in Umbria, malore fatale per una insegnante 44enne: inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento