Il Pd di Perugia si incarica del confronto: "Il futuro della Perugina è il futuro della città"

Dopo la presentazione del piano industriale della Nestlé, il segretario Giacopetti annuncia l'incontro con i lavoratori di San Sisto

Non sono del tutto convinti, così il Pd di Perugia si carica sulle spalle lo zaino del confronto sul futuro della Perugina di San Sisto. "Zero esuberi e 60 milioni di investimenti, con un progetto di ammodernamento del sito e la riduzione della stagionalità, sono di certo un buon punto di partenza per il futuro di Perugina, ma gli aspetti positivi del piano industriale presentato da Nestlè non compensano fino in fondo le ombre sulla produzione dolciaria e sulla reale capacità di mantenere in futuro i livelli occupazionali. Il Bacio, da solo, non basta a garantire una prospettiva di grande realtà produttiva e sociale dello stabilimento Perugina.  E le incertezze su prodotti storici e rappresentativi dell'eccellenza perugina e del made in Italy, in primis Rossana, sviliscono un pezzo della nostra storia industriale".

Così, in una nota, il segretario del Pd di Perugia Francesco Maria Giacopetti e la segretaria del circolo Pd “Perugina-Nestlè” Simona Marchesi. Dal commento alla proposta il passo è breve: "Proprio per questo siamo convinti che sia necessario continuare a mantenere alta l'attenzione, sostenendo i lavoratori, che negli anni hanno volontariamente accettato sacrifici importanti per garantire un futuro all'azienda, e l'azione dei sindacati, impegnati in un confronto serrato è sempre costruttivo con Nestlè. E il Pd di Perugia, come ha dimostrato nei mesi scorsi facendosi promotore di incontri e iniziative, è pronto a fare la sua parte per sollecitare e allargare il confronto sul futuro dell'azienda".
 

E ancora: "È evidente - dicono Giacopetti e Marchesi - che il confronto sul piano industriale non può che iniziare da una riflessione sulle posizioni e le preoccupazioni dei lavoratori, i protagonisti di questa fase. Ecco perché abbiamo promosso, lunedì 14 marzo alle 18.00, presso il circolo Pd di Santa Sabina, un incontro tra gli iscritti del circolo aziendale del PD Perugina-Nestlè, le organizzazioni sindacali e i rappresentanti istituzionali del Pd a tutti i livelli, per capire quali azioni mettere in campo per continuare a tenere accesi i riflettori su una realtà aziendale vitale per la città".

Conclusione del segretario: "Il futuro della Perugina è il futuro di Perugia - sottolinea Giacopetti - e il futuro di Perugia è strettamente connesso con il futuro della Regione, di cui è determinante per gli aspetti economici oltre che politici, date le funzioni strategiche. E al Pd spetta il compito di continuare a portare avanti percorsi di grande apertura e partecipazione, con l'obiettivo di un radicamento sempre più positivo nel territorio e l’elaborazione di una visione per la città”.

Potrebbe interessarti

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Nomine & Poltrone - Concorso per presidi, ecco i nomi dei 37 nuovi dirigenti scolastici in Umbria

  • Terremoti, il sismologo Padre Martino in Cina: "Fratture di faglie conseguenti a trivellazioni e nucleare"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento