Lavoro. Ires Cgil Umbria: nella nostra regione dilaga il lavoro precario 

Riceviamo e pubblichiamo l'analisi sul lavoro in Umbria.

****

di Mario Bravi

I dati dell’Osservatorio Nazionale sul Precariato dell’INPS relativi al primo semestre 2017 confermano e aggravano l’allarme rispetto al dilagare del lavoro povero e precario in Umbria, dove la situazione si conferma peggiore della media nazionale, già molto pesante e critica. Infatti, le attivazioni di nuovi rapporti di lavoro con contratto a tempo indeterminato sono state nei primi sei mesi dell'anno 5.848, contro le 6.412 del 2016 e le 11.133 del 2015. Il calo rispetto al 2016 è del 8,8%, mentre a livello nazionale scende al 3,8%. Dunque, seppure si registra un aumento complessivo delle attivazioni (40.119, a fronte di 29.886 cessazioni), in questo quadro il lavoro a tempo indeterminato crolla.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tenendo conto anche delle trasformazioni da altri contratti (tempo determinato, apprendistato e stagionale) nel primo semestre 2017 il totale di nuovi rapporti a tempo indeterminato (8.031) non raggiunge il 20% del totale dei rapporti di lavoro attivati. Anche in questo caso con un dato peggiore della media nazionale, dove i tempi indeterminati raggiungono la quota, pur estremamente bassa, del 24,7% del lavoro precario e povero. La narrazione per la quale i contratti a termine sono solo una porta d’ingresso per un lavoro stabile si infrange sul muro di una realtà che ci dice che si rischia di stabilizzare la precarietà. Tutto questo va profondamente e rapidamente modificato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso per l'assunzione di 2133 funzionari della pubblica amministrazione: il bando

  • Umbria, tragedia a Terni: trovati morti a 15 e 16 anni, indagini in corso

  • Umbria, adolescenti trovati morti: uomo in carcere. Il cocktail micidiale di sciroppo e psicofarmaci

  • Umbria, Flavio e Gianluca morti dopo un mix di droghe: parlano i genitori

  • Omicidio Polizzi, la Cassazione scrive la parola fine: i Menenti tornano in carcere, Riccardo per sempre

  • Magione, una serata da incubo: invasione di chironomidi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento