Innovazione, un milione di euro per le imprese dell'Umbria: come ottenere i fondi

Favorire la crescita e lo sviluppo di piccole e medie imprese e società tra professionisti specializzate nell’offerta di soluzioni innovative ai fabbisogni di rilevanza sociale nelle città di Perugia e di Terni

Favorire la crescita e lo sviluppo di piccole e medie imprese e società tra professionisti specializzate nell’offerta di soluzioni innovative ai fabbisogni di rilevanza sociale nelle città di Perugia e di Terni. È questo l’obiettivo del bando ‘Sostegno all’individuazione di soluzioni innovative a specifici problemi di rilevanza sociale attraverso l’utilizzo di ambienti di innovazione aperta Living LAB’ recentemente pubblicato da Sviluppumbria nell’ambito di Living LAB Umbria, la comunità regionale di innovazione aperta dove si individuano le soluzioni innovative per il soddisfacimento dei fabbisogni.

La dotazione finanziaria è di 1 milione di euro (60 per cento per Perugia e 40 per cento per Terni). Il Bando rimarrà aperto fino al 23 dicembre 2019.

Possono presentare la domanda le micro, piccole e medie imprese e le società tra professionisti con sede operativa nel territorio umbro, in forma singola o associata. È ammessa la partecipazione in forma associata di raggruppamenti o aggregazioni di imprese costituiti o costituendi da non più di tre imprese, aventi tutte sede operativa nel territorio dell’Umbria.

I progetti dovranno essere realizzati entro un massimo di 12 mesi e dovranno caratterizzarsi, fra l’altro, per l’innovatività dei sistemi e dei servizi, per le soluzioni e gli strumenti proposti, per le ricadute positive sul territorio e sui cittadini-utenti, nonché per le potenzialità in termini di replicabilità e diffusione a larga scala.

Tutti i progetti ammessi al finanziamento riceveranno un contributo a fondo perduto pari al 45 per cento della spesa ritenuta ammissibile. La percentuale del contributo potrà aumentare fino al 60 per cento in caso di coinvolgimento di università, enti o centri di ricerca. L’ammontare complessivo delle spese ammissibili non può essere inferiore a 30mila euro né superiore a 150mila euro.

Il direttore generale di Sviluppumbria Mauro Agostini ha sottolineato come “il Bando conclude la fase iniziale di un percorso dinamico, sperimentale ed esplorativo iniziato nella seconda metà del 2018 tra i banchi universitari, a diretto contatto con gli studenti dei vari dipartimenti, e proseguito all’interno del contest digitale della Festa della rete, tra le fila delle associazioni civiche e nelle aule delle Scuole secondarie perugine”. Sulla piattaforma Living LAB Umbria (previa registrazione) è tutt’oggi aperta la raccolta dei fabbisogni. Ciascuno può contribuire al dibattito inviando idee e proposte. L’invito a essere parte attiva della comunità è stato rilanciato dal direttore generale Mauro Agostini.  In programmazione per il 2020 l’uscita di nuovi bandi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Informazioni e modulistica sono reperibili nel sito www.sviluppumbria.it nella sezione Avvisi pubblici. Per ulteriori informazioni: www.livinglab-umbria.it oppure scrivere a team@livinglab-umbria.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria all'1 aprile: tutti i casi per comune di residenza

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento