Imparare le lingue da piccoli può aiutare il nostro Paese?

EF Education First offre tante opportunità di soggiorno-studio all'estero specifiche per il progetto Estate Inpsieme, riservato ai figli di dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione

Da anni i curricula scolastici prevedono lo studio delle lingue già dalle scuole elementari, in modo da avvicinare gli studenti allo studio delle lingue fin da giovanissimi. I motivi sono molteplici e ampiamente conosciuti, soprattuto relativamente ai benefici diretti per gli studenti e la loro crescita. Di recente tuttavia, l’Indagine Internazionale sulla Conoscenza dell’inglese (EPI 2019) ha rivelato un ulteriore dato interessante: i paesi con una migliore conoscenza della lingua inglese si riscontrano una crescita economica e qualità della vita generale più alte.

Gli esperti sostengono prima si inizia a stimolare il cervello, maggiori sono gli effetti positivi, soprattutto per le lingue; il processo di apprendimento nei primi anni di età avviene in maniera istintiva, non ingabbiata da regole grammaticali. Inoltre, gli studi hanno riportano che imparare una seconda lingua da piccoli migliora la capacità di problem solving, la creatività e i pensiero astratto. Chi parla più lingue a livello fluente sembra inoltre avere migliori capacità matematiche, di lettura e decisionali.

L’inglese è la lingua più usata per qualsiasi tipo di scambio internazionale; facilita lo scambio di idee e le potenzialità di investimenti internazionali. Non a caso esiste una correlazione tra la conoscenza della lingua inglese e la capacità di un paese ad innovarsi, creare nuovi posti di lavoro, progredire in ambito tecnologico e creare una società aperta. Offrire quindi ai giovani possibilità di apprendimento di lingue come l’inglese, può essere un elemento di stimolo allo scambio di idee e la trasmissione di innovazione negli anni successivi.

Come aiutare i nostri figli nell’apprendimento delle lingue? Uno dei metodi più efficaci sono senza dubbio vacanze estive e corsi di lingua all’estero che aiutano i bambini ad imparare divertendosi. Per questo motivo, EF Education First da anni offre diverse tipologie di soggiorni linguistici per i più giovani (e non solo) e mette a disposizione pacchetti specifici per  il progetto Estate Inpsieme, il bando di INPS che da alcuni anni mette a disposizione dei figli dei dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione borse di studio per soggiorni linguistici e vacanze studio all’estero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Artemisia, la bimba umbra dai lunghi capelli rossi, è già una star: dalle super griffe a Netflix

Torna su
PerugiaToday è in caricamento