Trafomec: i comuni contro il licenziamento di massa dei dipendenti

Le amministrazioni comunali di Panicale e Piegaro reagiscono alla notizia shock dei 105 licenziamenti della Trafomec con la promessa di tenere lontano gli speculatori

I comuni della Valnestore reagiscono duramente alla volontà della Trafomec di licenziare ben 105 lavoratori su 160, facendo una promessa a tutti i soggetti interessati dal dramma dei tegli: "non permetteremo che per l’ennesima volta il nostro territorio sia fatto preda di avventurieri e speculatori".
 
Le Amministrazioni comunali di Panicale e Piegaro si sono riunite lunedì nella sala consiliare del comune di Panicale, per cercare di studiare delle possibili contromosse alla questione Trafomec: "vogliamo ribadire la piena solidarietà alle maestranze che vedono messo a rischio il proprio futuro. Siamo molto preoccupati per l’attuale situazione e per l’ingiustificabile atteggiamento della proprietà aziendale che ha provveduto senza colpo ferire a licenziare ben 105 persone su circa 160".

Dalla riunione intercomunale è emersa la chiara volontà delle amministrazioni comunali di favorire il dialogo tra azienda, lavoratori e sindacati, ma se così non fosse, sarebbero tutti pronti a portare la protesta in tutte le sedi istituzionali possibili.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La famiglia denuncia la scomparsa, i Vigili del fuoco cercano un giovane tra Collestrada e Ponte San Giovanni

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • Incubo finito, ritrovato a notte fonda il minore scomparso

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Maltempo, la Protezione Civile: chiuse strade e allarme per fiumi. "Ecco quando e dove si verificherà il picco della piena del Tevere"

  • Lo riconosce e lo accompagna dai carabinieri, ritrovato il giornalista Giovanni Camirri

Torna su
PerugiaToday è in caricamento