L'Umbria che spacca, in vendita la prima birra che non sfrutta le sorgenti: dall'aria si estrae l'acqua per il nettare giallo

Esempio perfetto di economia circolare la nuova birra non sfrutta le sorgenti di acqua

Viene dall’aria la nuova nata del Birrificio Flea di Gualdo Tadino. Si chiama “Sans Papiers - Biere de l’Air” ed è stata presentata oggi a Milano all’interno del ristorante “Gesto” in zona Navigli. La produzione della nuova birra rappresenta l’applicazione perfetta del concetto di economia circolare. In un’epoca in cui la reperibilità di acqua potabile sta diventando, globalmente, una criticità sempre più rilevante, la missione del progetto “Sans Papiers” è di utilizzare acqua estratta direttamente dall’umidità dell’aria. Questo processo avviene grazie a un macchinario alimentato da energie rinnovabili che filtra l’aria conservandone l’acqua. A completamento di ciò, le altre materie prime utilizzate per la produzione, malto e frumento, provengono da coltivazioni biologiche a Km e sono lavorati con metodi del tutto artigianali nel birrificio Flea di Gualdo Tadino.

Tutto questo fa di prodotto completamente unico al mondo nel suo genere. Il progetto Sans Papier è frutto di una collaborazione tra il Birrificio Flea e Alessio e Martina Lucattelli, due giovani imprenditori umbri che hanno dato vita, partendo da Perugia, alla catena di ristoranti “Gesto” caratterizzati da una spiccata attenzione alle tematiche di ecosostenibilità. “Con Sans Papiers – sottolinea l’amministratore di Flea, Matteo Minelli - il birrificio Flea, grazie alla preziosa collaborazione di Alessio e Martina Lucattelli nella gestione tecnica e commerciale, andrà a rafforzare la propria posizione nel settore della produzione di birre artigianali.  L’obbiettivo che ci poniamo è quello di offrire al consumatore un prodotto di eccellenza completamente ecosostenibile che consenta di uscire da modelli di consumo omologanti della società contemporanea. Le opportunità che presenta il mercato sono davvero rilevanti, facendo auspicare, sotto il profilo economico, il raggiungimento di importanti risultati già nel biennio 2018-2019”.

“È davvero emozionante – aggiunge Martina Lucattelli, titolare di Gesto - essere i primi al mondo nella produzione di una birra completamente sostenibile. Questo è il primo passo verso la realizzazione di prodotti rispettosi dell'ambiente in cui viviamo”. Sans papier è una birra chiara viva non filtrata e non pastorizzata, ad alta fermentazione e rifermentata in bottiglia, a bassa gradazione (Alc. 4,8% Vol.), con un gusto ed un packaging inedito, adatta a molteplici occasioni di consumo sia come accompagnamento a pietanze che bevanda fuori pasto. Disponibile in bottiglie da 50 cl, sarà inizialmente disponibile online sul sito  www.sanspapiersbeer.com e, successivamente, inserita nel settore della ristorazione e nei circuiti della grande distribuzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • Volley, il centrale della Sir Safety operato all'ospedale di Perugia: il bollettino medico

  • Truffa del gratuito patrocinio, bufera su alcuni avvocati perugini

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento