Piano Sanitario regionale, medici e specialisti a convegno: "Migliore assistenza ai cittadini"

Un convegno della durata di tre giorni, che vede coinvolte per la prima volta i 360 professionisti delle due aziende che occupano un ruolo di gestione dei servizi sanitari

Coordinatori e posizioni organizzative della Azienda Ospedaliera di Perugia e della Usl  Umbria 1, si incontrano in un convegno per mettere a fuoco le strategie organizzative da inserire nel prossimo Piano Sanitario regionale. Un convegno della durata di tre giorni, che vede coinvolte per la prima volta i 360 professionisti delle due aziende che occupano un ruolo di gestione dei servizi sanitari.

"Conoscere le potenzialità delle due aziende ed integrale per evolvere i modelli organizzativi  assistenziali per dare sempre migliori risposte ai cittadini - dice la dirigente Patrizia Birghesi - , è questa la molla che ci ha motivato nel coinvolgere i professionisti che quotidianamente hanno la responsabilità di gestire le risorse  impiegate nei percorsi di cura e assistenza".

Sulla necessità di sviluppare una maggiore sinergia tra i servizi delle due aziende, si è soffermato l'assessore alla Sanità Luca Barberini, intervenuto nella seconda giornata del convegno in programma presso la sala "Ugo Mercati" del Santa Maria della Misericordia. "Quello che emergerà da questo incontro - ha sottolineato Barberini- sarà parte integrante del Piano sanitario. L'orgoglio di appartenenza al sistema sanitario regionale è garanzia di  efficienza a favore dei cittadini e di equilibrio delle risorse impiegate ".

I lavori sono stati aperti dal direttore generale dell'Azienda Ospedaliera di Perugia Emilio Duca  e dalla responsabile delle professioni sanitarie Gabriella Carnio,il cui Intervento è stato incentrato sulla qualità delle prestazioni in ospedale" in particolare modo sulla presa in carico e accoglienza del paziente e sulla misurazione degli esiti assistenziali ". Il dg ha voluto ripercorso le tappe di sviluppo delle professioni sanitarie e il contributo che le stesse possono dare alla innovazione dei modelli organizzativi e assistenziali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Coronavirus in Umbria, la mappa del contagio al 19 maggio: tutti i dati comune per comune

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Continua la campagna anti-Umbria sui contagi, ma il bollettino smentisce tutti: zero contagiati anche oggi, zero morti

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento