Si ispira al Re d'Etruria, ha ingredienti unici ed è la nuova birra del Trasimeno: ecco "Porsenna"

Si chiama Porsenna ed è la terza birra leggendaria del Trasimeno dopo Annibale e Principe Trasimeno. Sarà presentata ad Agriumbria dal 29 al 31 marzo

Immagine d'archivio e generica

Si chiama Porsenna ed è la terza birra leggendaria del Trasimeno dopo Annibale e Principe Trasimeno, tutti della “famiglia Lake”. La nuova birra sarà presentata ad Agriumbria dal 29 al 31 marzo presso lo stand Giardini Spa, il numero 55 del padiglione n. 8 di Umbria Fiere, dove sarà possibile degustare il nuovo prodotto del Trasimeno.

Birra Porsenna è una American Ipa che si ispira al cosiddetto Re d’Etruria che seppe tenere testa a Roma alla fine del VI secolo A.C. dimostrandosi un lungimirante reggente e un fine statista. Molto affezionato al Trasimeno, regnò nell’ampio territorio dell’Etruria. Dal caratteristico colore giallo paglierino e dalle note agrumate, risulta dal gusto morbido e dalle note mielate.

E dopo Annibale arriva "Trasimeno", la nuova birra made in Umbria con i profumi del territorio

Nell’etichetta della birra, come per le altre, si staglia con nitidezza l’immagine del personaggio leggendario. Porsenna, in quanto soggetto regale, riporta dei toni che richiamano l’oro così come le tonalità di colore della birra stessa. Si completa così il trittico dei personaggi più noti del territorio che, legandosi alla birra, si affermano una volta di più come ambasciatori del Trasimeno. Le birre artigianali del Trasimeno sono non filtrate, non pastorizzate e rifermentate in bottiglia.

Birra Principe Trasimeno, che si ispira al mito del giovane pretendente della ninfa Agilla che morendo nel lago gli diede il nome, è ottenuta con prodotti tipici del territorio, come la Fagiolina e il miele. Equilibrata, di colore giallo dorato con grado alcolico moderato, si accompagna a pesce, carni bianche e formaggi di media stagionatura. Ottima anche per un aperitivo.

Birra Annibale, che si ispira al condottiero della Battaglia del Trasimeno del 217 A.C. ha un carattere forte e deciso, con profumi della frutta matura e del miele del territorio. È dolce con eleganti note maltate a cui segue amaro delicato e corpo secco e asciutto. Bevibilissima, si abbina con carni rosse e formaggi stagionati. Ottima per un dopocena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • Ricerche sul monte Serrasanta a Gualdo Tadino, trovato il corpo del 40nne

  • Ricerche sul Monte Serrasanta, nessuna novità di Mirko Tini: smentite le voci di un ritrovamento

  • Il Comune di Perugia assume personale, il bando e la scadenza

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento