Basilica di Canoscio, lavori: stanziati 250mila euro

La Consulta delle Fondazioni Bancarie Umbre ha stanziato una cifra pari a 250mila euro per i lavori di ristrutturazione della Basilica di Canoscio

Guasticchi ( al centro della foto )

Oltre 250mila euro, messi a disposizione dalla Consulta delle Fondazioni Bancarie Umbre, saranno utilizzati per consolidare e ristrutturare la Basilica di Canoscio, uno dei più importanti santuari mariani dell'Umbria e dell'intera Italia centrale e sicuramente il maggiore santuario mariano dell'Alta valle del Tevere che, ogni anno, viene visitato da oltre 100mila fedeli, provenienti in prevalenza dalle regioni dell’Italia centrale.

Il Santuario, promosso a Basilica nel 1998, è punto di riferimento per numerosissimi fedeli ed è particolare perché è dedicato alla Madonna nel momento del suo Transito, cioè quando dalla vita terrena vola in cielo. La scena è dipinta da un anonimo della scuola senese (1348)  in un famosissimo affresco che raffigura la Madonna con a lato i 12 Apostoli.

La destinazione della somma per i lavori nella Basilica, che vanno a completare uno stanziamento precedente dello stesso importo, è stata sancita nel corso di un incontro a cui hanno preso parte il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e della Consulta delle Fondazioni Bancarie Umbre, Carlo Calaiacovo, il presidente della Provincia di Perugia Marco Vinicio Guasticchi, il Vescovo di Città di Castello Monsignor Domenico Cancian  e i presidenti di tutte le Fondazioni Bancarie Umbre, tra cui quella di Città di Castello guidata da Antonio Gasperini.

“Questo intervento della Consulta delle Fondazioni – ha sottolineato Colaiacovo – è di grande valore sia per l’aspetto sociale, visto che si accompagna  ad un contributo, offerto in collaborazione con la Caritas Diocesana Umbra, alle famiglie in forte indigenza, sia per quanto riguarda l’aspetto artistico. Inoltre, voglio sottolineare questo episodio quale esempio di come un’istituzione, che attraversa un momento di criticità, collabori fattivamente con le banche e le istituzioni religiose per l’importante obiettivo di restituire alla gente uno dei Santuari più venerati del percorso mariano”.

“La Provincia di Perugia – ha affermato Guasticchi – si è adoperata con forte impegno per raccordare tutti i soggetti con cui si concretizza il recupero di questa struttura religiosa. Un impegno che ho voluto prendere in prima persona perché sono sempre stato particolarmente affezionato a questo Santuario. Ritengo di dovere un plauso particolare a Carlo Calaiacovo per il suo operato in questa vicenda nel contesto delle Fondazioni Bancarie Umbre”.

Monsignor Domenico Cancian ha ringraziato il presidente della Provincia di Perugia per aver  raccordato tutti i soggetti coinvolti in questa iniziativa per raggiungere questo importante traguardo storico per la comunità religiosa, non solo altotiberina.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Foligno, scoperto cadavere lungo la strada: indagano le forze dell'ordine

  • Era accusata di rubare dalla cassa, ma in realtà era innocente: l'avvocato scopre complotto

  • Auto distrutta nell'incidente provocato da un cane libero sulla E45: "Aiutatemi a trovare i padroni"

  • Offerte di lavoro a Perugia e provincia: guardie giurate, operai, elettricisti, impiegati e addetti alla contabilità

  • Grave incidente stradale sulla E45: auto distrutta, ferite mamma e figlia

  • Ferrari 488 Pista, dalle corse alla strada: monta il motore V8 3.9 turbo, venduto a Perugia uno dei pochi esemplari prodotti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento