Bandire l'erbicida glifosato dai campi dell'Umbria, la battaglia dei 5 Stelle: "Niente fondi a chi lo usa"

De Luca ha annunciato la presentazione di un'interrogazione con cui ha chiesto all'esecutivo di Palazzo Donini di disincentivare l'uso di questo erbicida

Qualità, biologico e sostenibilità: questi i paradigmi di sviluppo a cui si presta sempre più attenzione a livello globale e su cui anche “l'Umbria delle eccellenze” dovrebbe puntare. Questo è un concetto dal quale non si può prescindere, secondo il consigliere regionale Thomas De Luca (Movimento Cinque Stelle), soprattutto quando parliamo dell'utilizzo del glifosato nelle aziende agricole.

In particolare De Luca ha annunciato la presentazione di un'interrogazione con cui ha chiesto all'esecutivo di Palazzo Donini di disincentivare l'uso di questo erbicida tramite operazioni quali: l'esclusione dai premi del Programma di sviluppo rurale per quelle aziende che ne facciano uso, la promozione di alternative agro-ecologiche, il controllo e monitoraggio dei parassiti e delle erbe. Scendendo più nel dettaglio stiamo parlando di un prodotto (il glifosato), che è stato non a caso bandito dalle produzioni di paesi quali l'Austria e che è anche un sorvegliato speciale in tutto il mondo.  Restano alti i sospetti – mai ancora provati in via ufficiale – come quelli dell'Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro che ha catalogato la sostanza come “probabilmente a rischio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

C’è anche uno studio dell'Università del Texas che lo associa tra le potenziali cause di danni indiretti alle api, perché potrebbe inibire le loro difese nei confronti di microrganismi letali. Pertanto secondo il consigliere regionale De Luca, sarebbe opportuno seguire un percorso “green e sostenibile” anche in Umbria, così da non danneggiare l'immagine del made in Umbria e delle sue eccellenze produttive agroalimentari, anche dal punto di vista turistico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, quando finirà l'emergenza? Le previsioni per l'Umbria

  • Coronavirus, bollettino regionale Umbria 31 marzo: rallenta il contagio, aumenta invece il numero dei guariti

Torna su
PerugiaToday è in caricamento