Come Giulietta e Romeo, ma in tribunale: la storia di due famiglie in lite e di due giovani innamorati

I genitori e vicini di casa, in lite da sempre, non vogliono che i due ragazzi si frequentino: minacce, ingiurie, lesioni, danneggiamenti

L’amore di due giovani è tanto forte quanto l’odio dei rispettivi genitori. Senza scomodare Giulietta e Romeo e la bella Verona, ci trasferiamo alla periferia di Perugia per una vicenda di minacce, danneggiamenti, ingiurie e lesioni, pur di contrastare l’amore tra due giovani di altrettante famiglie rivali.

Le due famiglie sono in contrasto per motivi di vicinato. Una rivalità che va avanti da anni. I figli delle due famiglie, invece, si innamorano e condividono ogni momento. Quando i genitori scoprono la cosa i contrasti si fanno ancora più accesi.

Se da una parte ci si presenta sotto casa “prospettando un danno ingiusto, proferendo frasi del seguente tenore: Pezzo di m…, vieni giù che ti ammazzo, che gli fa a questi figli, vieni giù che ti ammazzo”, dall’altra si risponde con minacce gravi al giovane fidanzato: “Tanto ti uccido o ti faccio uccidere, io ho il denaro per farlo, tu non sai chi sono io, tanto ti uccido, sei un c…, sei un t…, non devi vedere per alcun motivo mia figlia”.

La famiglia del giovane risponde danneggiando la cassetta della posta, una persiana in alluminio colpita con il lampeggiante del cancello elettrico e proferendo frasi del tipo: “Pezzo di m…, coraggio scendi che ti ammazzo, vi do la vita maledetta, tanto mi impegno ve la faccio pagare, siete due m...” per poi sbattere “violentemente il cancello pedonale, danneggiando il muretto limitrofo allo stesso” e introducendosi nel giardino di casa dei rivali.

I quali non sono stati con le mani in mano, visto che sono accusati di lesioni perché “nel manifestare disappunto in merito alla relazione intrattenuta da sua figlia con la persona offesa, colpendolo con pugni, schiaffi, calci” gli cagionava “lesioni personali consistite in trauma contusivo a regione lombare e frontale destro ed abrasioni multiple” giudicate guaribili in 7 giorni.

I due giovani, imperterriti, si amano ancora, mentre i genitori si affrontano in tribunale

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

  • "Il lavoro è fatto male" e si scaglia contro il dipendente, titolare di un'azienda denunciato dalla polizia

Torna su
PerugiaToday è in caricamento