L'INVIATO CITTADINO Via XIV Settembre, spunta una discarica a cielo aperto

Vergogne perugine. Come si distruggono scorci e memorie cittadine. Via XIV Settembre, discarica a cielo aperto. Non un semplice oggetto lasciato sotto il sole, ma un intero arredamento. Si tratta di una camera da letto con tutti gli accessori: due reti in ferro, capiente armadio, comò, comodini, cassetti e cassettiera, pensili… più altri oggetti di poco conto. Mancano i materassi. Oggetti smontati, appoggiati in modo da impegnare il marciapiedi per parecchi metri. Si tratta di un trasloco in piena regola e, per giunta, con masserizie depositate proprio sul tratto riservato ai pedoni.

Uno scorcio, quello di Porta Santa Margherita, rovinato da una scelta deprecabile e incosciente. Fa male al cuore pensare che, poco sopra, in quel fatidico 14 settembre 1860, gli Zappatori di Sardegna divelsero le porte per risalire all’acropoli e liberare Perugia. Mentre una colonna dell’esercito sabaudo penetrava dalla Porta Sant’Antonio. Proprio su queste scalette perse la vita il giovane capitano piemontese Tancredi Ripa di Meana, colpito da una fucilata proveniente – si disse… con
scarse competenze balistiche – da San Domenico. Come sia, quel povero e generoso ragazzo perse la vita per la Patria e per la liberazione di Perugia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Frammenti di storia, memorie di eventi e personaggi cui la Vetusta ha intitolato la strada sottostante (Via XIV Settembre) e quella che conduce al Borgo Bello (Via Tancredi Ripa di Meana). Ma l’ignoranza e il disprezzo del bene comune, ancora una volta, hanno portato disdoro alla nostra città. L’Inviato Cittadino si augura che domattina quelle masserizie incautamente conferite vengano prontamente rimosse. Passerà a controllare, pedibus calcantibus. Altrettanto dovrebbero fare Municipale, guardie ecologiche, Gesenu e quanti sono preposti alla tutela del paesaggio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Assembramenti e risse in centro e Fontivegge, ordinanza Romizi: chiusura anticipata locali e obbligo mascherine

  • Spettacolo in cielo, le Frecce Tricolori sorvolano Perugia: ecco l'orario

  • Coronavirus e movida violenta a Castel del Piano, in venti ubriachi al bar e scoppia la rissa: quattro arresti

  • Contrordine da Roma, dalle 13 siamo una regione a rischio basso, quindi virtuosa. Ora nel mirino: la Valle d'Aosta

  • Le Frecce Tricolori nei cieli di Perugia, domani il grande giorno per ammirare la pattuglia acrobatica

  • Centro storico, assembramenti notturni in piazza Danti e in piazza IV Novembre: è polemica

Torna su
PerugiaToday è in caricamento