INVIATO CITTADINO - Smottamento in via del Cortone: albero cede e invade la carreggiata

E' accaduto vicino all’anfiteatro dietro San Domenico. Col modesto cedimento si è schiantato un albero che ha invaso la strada e reso difficoltoso il passaggio

Quel benedetto fosso di Santa Margherita non la smette di “risucchiare”. Ed è una frana via l’altra. Purtroppo l’orografia perugina è così congegnata: l’area di Porta San Pietro è tutta un cedimento ed è destinata, fin dal Medioevo, all’instabilità.

Ne fanno fede i frequenti smottamenti legati alla piovosità. È di qualche anno fa la grande frana in via Ripa di Meana, la cui sistemazione ha richiesto anni di attesa e un pacco di soldi. Più recentemente – e l’Inviato Cittadino la raccontò in anteprima essendone coinvolto – in via Ripa di Meana è franata a valle una consistente mole di scarpata, con alberi che hanno invaso la sede stradale, producendo interruzione  e danni alle vetture parcheggiate in prossimità.

Anche poco prima della Porta di San Costanzo, il muro di sostegno di via Bonfigli ha dovuto essere reintegrato e rinforzato, sebbene il lavoro sia stato eseguito solo in parte e nella zona più pesantemente ammalorata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È dell’altro ieri un altro cedimento in via del Cortone, poco sotto il popolare Circolo del Tempobono, vicino all’anfiteatro dietro San Domenico.  Col modesto cedimento si è schiantato un albero che ha invaso la strada e reso difficoltoso il passaggio (foto). Era previsto un intervento a breve per rimuovere le ramature e dare una sistemata alla scarpata. C’è però da temere che, con la pioggia odierna, difficilmente si potrà rimediare. Anzi: con l’ulteriore inzuppamento del terreno, la situazione potrebbe aggravarsi. Perugia ha estrema necessità di opere idrauliche che, da anni, non vengono eseguite. Si interviene solo a danno avvenuto, ignorando completamente la prevenzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento