Espulso 4 volte... lo ritrovano a Perugia dopo aver occupato appartamento

E' dal 2005 che un tunisino viene preso sia per reati di droga che per violazione delle leggi sull'immigrazione. Sempre cacciato, portato direttamente anche Tunisi, ma ora rieccolo qua... dopo aver devastato una casa

E' stato espulso e accompagnato in Tunisia ben 4 volte dal 2005 al 2013 dopo che era entrato da clandestino e aveva commesso diversi reati legati allo spaccio e a furti. Ma tutte le volte era tornato senza documenti sfruttando gli esodi della disperazione in direzione Italia.

Dopo quattro espulsioni è stato ritrovato ancora a Perugia dalla Polizia che aveva effettuato una verifica in un appartamento in via del Cefalo - traversa di via dei Priori - dopo la denuncia del proprietario per occupazione abusiva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo hanno trovato addormentato nella camera da letto dopo che per giorni aveva reso i locali una pattumiera. Il pusher è un tunisino che ora è stato denunciato per invasione di edifici e violazione delle norme sull'immigrazioni. Per lui riparte per la quinta volta l'iter per l'espulsione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento