L'INVIATO CITTADINO Via Alessi, dove l’igiene latita e il rispetto è un optional. "Siamo stufi di questo degrado"

Se ne lamentano a una voce anche gli ultimi residenti e i titolari di studi professionali

Via Alessi, dove l’igiene latita e il rispetto è un optional. Gli operatori economici della zona non ne possono proprio più: la maleducazione imperante dissemina il tratto superiore di schifezze “fisiologiche” di ogni genere: un assortimento come è raro trovarne. Se ne lamentano a una voce anche gli ultimi residenti e i titolari di studi professionali. C’è chi, regolarmente, viene a svuotare stomaco, vescica e intestino.

“Abbiamo anche posizionato un faro dissuasore che si accende appena uno si avvicina”. Ma non basta. Anche ieri la titolare di una Galleria d’arte si è trovata a raccogliere cose indicibili. Pare lo facciano apposta e accade regolarmente. C’è uno spazio che pare preferito: si tratta di una rientranza fra edifici, luogo ideale per disseminare abbondanza di prodotti fisiologici. A ciò si aggiunga la maleducazione dei titolari di cani che “lasciano” ricordini. “Pare che qui non venga più nessuno a pulire”, osserva un’artigiana della zona. “Siamo abbandonati al nostro destino a soli pochi passi dall’acropoli”. Sarà il caso che qualcuno intervenga: reprimendo, vigilando, sanzionando.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento