Devastano le auto parcheggiate e l'ingresso del condominio, vandali giovanissimi riaffidati ai genitori

Secondo la ricostruzione della polizia i due minorenni hanno devastato alcune auto parcheggiate, forando le gomme e imbrattandone la carrozzeria, per poi sporcare alcuni locali di un condominio con un estintore strappato dal muro

Devastano le auto parcheggiate e l'ingresso di un condominio. E' successo a Città di Castello, nella prima periferia della città. Gli agenti, grazie alla testimonianza di alcuni cittadini che hanno allertato la polizia, sono riusciti a individuare i vandali. Si tratta di due minorenni, denunciati alla Procura della Repubblica presso Il Tribunale per i minori di Perugia e affidati ai genitori. I due sono stati fermati mentre si dirigevano a piedi verso il centro. 

Secondo la ricostruzione della polizia i due minorenni hanno devastato alcune auto parcheggiate, forando le gomme e imbrattandone la carrozzeria, per poi sporcare alcuni locali di un condominio con un estintore strappato dal muro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Inneggiano alla guerra santa sul web, individuati cinque presunti terroristi a Perugia

  • Cronaca

    Perde il controllo della moto e finisce contro un muro, Foligno dice addio a Giovanni

  • Cronaca

    Fa strage di animali protetti: via armi, munizioni e licenza di caccia

  • Cronaca

    Brucia 50mila euro del condominio con le slot machine, processata

I più letti della settimana

  • Tragedia lungo la strada a Perugia, Stefano muore a 43 anni: lascia tre figli

  • Tragico schianto con la moto, ospedale di Perugia in lutto per la morte di Stefano

  • Marsciano, schianto tra una moto e un'auto: centauro in codice rosso

  • Inchiesta sanità - Maxi sequestro di cellulari e profili social e spuntano cinque nuovi indagati: i nomi

  • Sanità, si allarga il numero degli indagati nella maxi inchiesta dell'Umbria

  • Rissa nel parcheggio del supermercato a Perugia, quattro finiscono in manette

Torna su
PerugiaToday è in caricamento