"Sono un amico di Giovanni, posso venire?", e invece sono i carabinieri: arrestato spacciatore di cocaina

Ragazzina baratta lo smartphone per un grammo di coca: pusher catturato

Spacciatore arrestato dai carabinieri di Valfabbrica. I militari hanno individuato e ammanettato un extracomunitario di 22 anni, regolare in Italia, che riforniva di cocaina il borgo umbro. Il pusher è stato bloccato durante una vendita con 15 bustine di coca, 500 euro in contanti e due cellulari di ultima generazione, consegnati dai clienti per pagarsi le dosi. I carabinieri hanno identificato la proprietaria di uno smartphone nuovissimo (appena 15 giorni di vita): la ragazza, giovanissima, ha confessato ai militari di averlo ceduto allo spacciatore in cambio di un grammo di cocaina. 

A far scattare le indagini un curioso messaggio-fotocopia inviato dai clienti al pusher sui social: "“Sono un amico di Giovanni, posso venire?”. Secondo quanto appurato dai militari il codice serviva per contattare lo spacciatore e le consegne avvenivano tutti i giorni ed a tutte le ore nei posti più disparati. L'ultima volta, però, invece che l'amico di Giovanni, sono arrivati i militari. E anche le manette.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • Università di Perugia, premio alla miglior tesi di laurea: ecco la vincitrice

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Cancella la striscia continua con pennello e vernice: "Ero stanco di fare il giro lungo per rientrare a casa"

  • Tragico incidente con il furgone, muore a 58 anni: addio a Luca

Torna su
PerugiaToday è in caricamento