Usura ed estorsione all'ex patron del Perugia Covarelli: in cinque a processo

Il processo inizierà nel 2018. Secondo l'accusa l'ex patron del Grifo sarebbe stato vittima di estorsione e usura

L’ex patron di Perugia calcio e Pisa, Leonardo Covarelli, sarebbe rimasto vittima di un’estorsione. È questo quanto si evince dalla vicenda che coinvolge cinque diverse persone, tre imprenditori e a due albanesi, accusati a vario titolo di estorsione e usura. Ieri è stato deciso il rinvio a giudizio e per gli imputati il processo inizierà nel 2018. 

In diversi casi l’ex patron del Perugia calcio avrebbe preso soldi in prestito, perché a corto di liquidità. Soldi prestati, però-secondo l’accusa- con interessi usurai. Minacce estorsive all’ex patron del Perugia, affinché saldasse i debiti contratti. in base alla ricostruzione fatta dall’accusa. Covarelli avrebbe eseguito diversi bonifici senza tuttavia riuscire a estinguere il debito. Come riportato da Il Corriere dell'umbria l’ex patron, difeso dall’avvocato Gianni Spina, si è costituito parte civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, due persone in mezzo alla strada tirano calci alle auto: ma uno dei due finisce al "tappeto" (le foto)

  • Doveva restare in quarantena, ma un camionista ha continuato a lavorare: poi il malore, era positivo al coronavirus

  • Coronavirus, la mappa del contagio in Umbria al 3 aprile: tutti i dati per comune

  • Coronavirus Umbria, il bollettino del 7 aprile: frenano ancora i contagi, sei nuovi decessi

  • Coronavirus, altre due vittime in Umbria: lutto a Perugia e Castiglione del Lago

  • Battuta di pesca illegale nelle acque del Trasimeno: sorpresi con 150 chili di carpe e multati per 4mila euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento