Sottoposto a trapianto di cuore, è gravissimo: trasportato in elicottero a Torino

L'uomo era stato ricoverato nei giorni scorsi nell’unità operativa di Cardiologia del presidio ospedaliero di Città di Castello

Una corsa contro il tempo per salvargli la vita. In volo dall'Umbria al Piemonte. Nella mattina del 12 luglio un uomo di 66 anni è stato trasferito con l’elisoccorso dall'ospedale di Città di Castello al Centro di Trapianto Cardiaco dell'ospedale Le Molinette di Torino. L’uomo, già sottoposto ad un trapianto di cuore effettuato a Torino nel mese di marzo, era stato ricoverato nei giorni scorsi nell’unità operativa di Cardiologia del presidio ospedaliero di Città di Castello dove i medici, vista la gravità delle sue condizioni, hanno  concordato con i colleghi piemontesi il trasferimento presso il Centro di Trapianto Cardiaco dell’Ospedale Le Molinette.

Come spiega una nota dell'ospedale di Città di Castello, "Cardiologia e la Direzione di presidio insieme alla Centrale Operativa di 118 questa mattina ha attivato l’eliambulanza di Fabriano per effettuare il trasferimento. La direzione di presidio ringrazia tutti gli operatori sanitari coinvolti e la centrale operativa 118 di Perugia, per la prontezza dell’intervento effettuato. Inoltre ringrazia per la collaborazione i vigili del fuoco del distaccamento di Città di Castello e la polizia municipale di Città di Castello".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Umbria, proclamati gli eletti in consiglio regionale: tutti i nuovi consiglieri, le biografie

  • Chiuso per 15 giorni il bar della droga, anche il Tar conferma

  • Beccato con la patente falsa, chiama la moglie e l'amico, ma anche loro hanno il documento contraffatto: denunciati in tre

  • Rischio microbiologico, lotto di Acqua Nepi richiamato dal Ministero della Salute

  • Investito mentre cammina in strada, grave 19enne: è in prognosi riservata

  • Muore a soli 42 anni dopo la caduta da un lettino dell'Ospedale: indagati medico e fisioterapista

Torna su
PerugiaToday è in caricamento