Università di Perugia, ecco il primo detenuto laureato in Giurisprudenza

La tesi discussa in videoconferenza dal carcere di Rebibbia, dove è sottoposto al 41 bis

“Si è concluso  - spiega l’Università - con il conferimento della laurea il primo percorso di studi di un detenuto, peraltro sottoposto ad un regime carcerario differenziato, che ha visto il Dipartimento di Giurisprudenza offrire un sostegno concreto all'istruzione dei detenuti, quale importante momento di risocializzazione previsto dall'ordinamento penitenziario”.

Significativa, prosegue la nota dell’Unipg, “la presenza dei professori Carlo Fiorio, già Garante dei detenuti per la Regione Umbria, e Stefano Anastasia, attuale Garante delle persone private della libertà personale delle Regioni Umbria e Lazio, nonché degli altri docenti a vario titolo impegnati nel percorso di costante e continuo contatto tra il Dipartimento di Giurisprudenza e le strutture carcerarie del territorio nel cui ambito è andato sviluppandosi dapprima lo Sportello per i diritti in carcere promosso dalle cattedre di Procedura penale e Sociologia del diritto e, successivamente, l'attuale Clinica legale penitenziaria”.

Il tutto, spiega una nota dell’Università, “nell'intento di offrire, da un lato, agli studenti un'opportunità di didattica alternativa che sappia coniugare teoria e pratica, ed elaborare, altresì, un approccio sociale e collettivo al diritto; dall'altro lato, un aiuto alle persone ristrette in carcere nella loro libertà personale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

  • L'azienda umbra che batte la crisi: Molini Popolari Riuniti, il fatturato tocca i 67,5 milioni di euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento