Università, inaugurata la nuova aula studio: 100 metri quadri aperti fino a tardissima notte

Inaugurati questa mattina, in via Goldoni, i nuovi spazi per lo studio e l’aggregazione di studenti e giovani, inseriti nel progetto Cult-Community Hub Perugia

Inaugurati questa mattina, in via Goldoni, i nuovi spazi per lo studio e l’aggregazione di studenti e giovani, inseriti nel progetto Cult-Community Hub Perugia. Iniziativa resa possibile grazie alla disponibilità della cooperativa sociale BorgoRete che ha concesso all’Università di Perugia  degli spazi di circa 100 metri quadrati nell’immobile che il Comune di Perugia (proprietario dell’edificio) le ha assegnato in gestione per l’attivazione di un progetto più ampio, finalizzato ad attività per il mondo giovanile.

“Vedo positivamente questo mettere insieme aule studio con altre iniziative, con giovani che si occupano di attività diverse – ha detto Franco Moriconi, Rettore dell’Ateneo Perugino -. Un contesto innovativo, in cui possiamo parlare anche di start-up; questo, infatti, potrebbe essere un incubatore per far partire progettualità nuove e offrire spazi e utilizzi anche per il mondo del lavoro. Quella delle aule – ha continuato -, pur se numericamente minime rispetto alla globalità dei nostri studenti, penso sia stata, da parte nostra, un’intuizione importante e ringrazio il professor Federico Rossi per aver preso a cuore questa iniziativa, al pari degli altri servizi agli studenti, e di averla portata avanti. Quest’aula – ha concluso il professor Moriconi - è diversa dalle altre e secondo me è più completa: potrebbe essere un modello che, se funzionerà, potrà essere replicata in altre parti della città, in un’ottica di una sempre più forte integrazione fra Università e città di Perugia”.

“Questa è la settima aula studio aperta nel capoluogo di regione, alla quale si aggiungono le due presenti, rispettivamente, a Terni e a Narni; ne stiamo pensando altre a Foligno e Assisi – ha spiegato il professo rFederico Rossi, delegato del Rettore per i Servizi agli Studenti -. L’aula di via Goldoni rimarrà a disposizione degli studenti tutti i giorni dalle 8 del mattino alle 4 di notte con wifi libera. L’accesso sarà regolato tramite il sistema automatico di verifica dell’identità già attivo presso le altre aule studio; il controllo di sicurezza sarà operato in via remota tramite telecamere”.

Michele Fioroni, assessore municipale al Marketing Territoriale, Sviluppo Economico e Arredo Urbano, ha sottolineato l’importanza della sinergia e collaborazione con l’Università degli Studi che sta dando significativi risultati sia con gli spazi messi a disposizione degli studenti, sia con le iniziative che vengono organizzate. All’inaugurazione odierna, coordinata da Massimo Calesini, responsabile dell’Area Giovani, è intervenuta anche la dottoressa Monia Andreani, in rappresentanza del professor Giovanni Paciullo, Rettore dell’Università per Stranieri.

“Cult-Community Hub Perugia mira ad essere un luogo di formazione, autoformazione, educazione; uno spazio di coworking collaborativo, di interazione, in cui si mettono insieme esperienze, idee, progettualità, iniziative; speriamo che sia anche una fucina di nuovi progetti di start-up giovanili – ha sottolineato ancora Carlo Alberto Rossetti, presidente della Cooperativa Borgorete -. Vorremmo, e questo è tipico dell’attività che porta avanti Borgorete, che fosse un luogo del territorio, con il territorio, per il territorio; uno spazio della comunità, dei comitati di quartiere dei cittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento