Corso Cavour e Borgo XX Giugno dicono addio alla plastica: solo sacchetti biodegradabili

I commercianti hanno fatto proprio il progetto di Legambiente che prende il nome di Umbria Plastic Waste Free. Firmato protocollo che permettere ai commercianti della zona di avere uno sconto del 20% sui sacchetti rispetto al prezzo comunemente applicato

Sono di nuovo Corso Cavour e Borgo XX Giugno a dare l’esempio a tutta la città. Questa volta è l’ambiente ad essere al centro delle attenzione dei commercianti di una delle zone più vivibili di Perugia. Nei locali commerciali saranno infatti sostituiti i normalissimi sacchetti di plastica con gli shopper compostabili, aderendo così al progetto lanciato da Legambiente e che prende il nome di Umbria Plastic Waste Free.

La novità è stata presentata, oggi, venerdì 13 settembre. A fare da cornice Palazzo della Penna, dove liberi cittadini e commercianti sono potuti intervenire esprimendo le loro considerazioni e punti interrogativi.  “Un piccolo passo avanti – ha dichiarato Maurizio Zara, membro del direttivo di Legambiente – che ci avvicina sempre più a una società civile e degna di questa nome”. Sopra i tavoli i nuovi sacchetti biodegradabili, posti lì come segno intangibile di questo cambiamento che, se pur piccolo, “essenziale alla sensibilizzazione dei cittadini e al rispetto della legge del 28 marzo 2012, conforme allo standard UNI EN 13432”.

A rendere il tutto ufficiale un protocollo firmato tra il Comune di Perugia, Consorzio Italiano Compostatori e Legambiente Umbria. Protocollo che permettere ai commercianti della zona di avere uno sconto del 20% sui sacchetti rispetto al prezzo comunemente applicato.

“Ringrazio Legambiente – ha dichiarato Gabriella Agnusdei, dirigente del Comune – per questa iniziativa. Sono ancora molte le cose da fare, ma spero che ben presto riusciremo a raggiungere tutti gli obiettivo prefissati”. Ed è proprio al Comune che è arrivata una piccola domanda: “Perché non mettere sul centro della città solo cestini per la differenziata sensibilizzando così la popolazione e dando una parvenza di civiltà ai turisti?”. Domanda che ha trovata risposta immediata:”Ben presto verrà fatto, ma ci stiamo ancora lavorando, perché comunque comporta un costo da non sottovalutare”.

Quindi non resta che festeggiare questo weekend ai Giardini del Frontone, dove si terrà una due giorni all’insegna del riciclaggio e non solo. Un cartellone quindi ricco di eventi tra trekking cittadino e attività dedicate ai bambini. In un mondo quindi dove si parla sempre di più di ecosostenibilità non può di certo mancare in una delle città più verdi d’Italia una FestambienteUmbria.

legambiente-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Boato nella notte, salta in aria la vetrina del negozio di Acqua&Sapone di Madonna Alta

  • Carrefour sbarca in Umbria: ecco quanti saranno i punti vendita

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Pranzo della Comunione per 60 persone, ma nessuno paga il conto: nonno sotto processo

  • Schianto in galleria: grave una mamma, ferite lievi per i figli che viaggiavano con lei

Torna su
PerugiaToday è in caricamento