L'Umbria protagonista a Linea Verde, batte tutti: è la regione più "green" d'Italia

Sarà l'Umbria e la sua agricoltura ad essere la protagonista della puntata di Linea Verde. Domande sul futuro che solo il Cuore verde d'Italia può dare

L’Umbria e la sua agricoltura saranno le protagoniste della puntata di Linea Verde di domenica 23 marzo. Patrizio Roversi e Ingrid Muccitelli proveranno a porre una serie di domande agli imprenditori agricoli per cercare di capire dove andrà l'agricoltura fra 50 anni, se la tecnologia aiuterà ad abbassare i costi, se l'agricoltore trasformerà i suoi prodotti direttamente in loco.

Un’attenzione dovuta e conquistata dato che il Cuore verde d’Italia, in base a una recente classifica, è infatti, sul podio delle regioni "green" d'Italia, ed è proprio da qui che si partirà per poter comprendere come muoversi nel futuro.

Nel corso della puntata sarà mostrata la nuova bioplastica organica che viene usata come concime, delle nuove tecnologie a servizio dell'agricoltura e dell'energia, così come della tecnologia "antica" rispolverata in chiave modernamente "green", come la costruzione di una casa fatta di paglia e terra, o i mattoni fatti di carta riciclata. Nella consueta tavolata finale invece dei prodotti enogastronomici Ingrid Muccitelli a sorpresa troverà "3 oggetti misteriosi", che si sveleranno essere marchingegni sviluppati dai ricercatori del Cnr di Firenze per favorire e semplificare le azioni in campo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Frontale tra due autovetture, feriti una mamma e i figli

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento