Umbria Jazz 2019 è stata una edizione da record. I dati del minimetrò parlano chiaro: boom di utenti

Un successo il prolungamento notturno delle navette. Ecco tutti i dati, divisi per giorni, certificati

Che Umbria Jazz 2019 sia stata una grande edizione e una manna per Perugia e il centro storico della città, teatro unico e irripetibile della manifestazione, lo dimostra non solo il bilancio dell'organizzazione, ma i passeggeri del minimetro durante il periodo 12-21 luglio. Il numero totale delle validazioni registrate dal sistema controllo accessi del minimetrò è stato pari a circa 147.000, con un incremento del 9% (nel 2018 le validazioni erano state pari a circa 135.000). Va evidenziato un aumento del 9% nel primo fine settimana e del 17% nel secondo fine settimana della manifestazione, rispetto all’anno precedente.

Nel prolungamento notturno (lun.- sab. 21.05-02.00 e domenica 20.45-02.00), l’ammontare complessivo delle validazioni per tutto il periodo della manifestazione è stato pari a circa 50.000 con un incremento del 5% rispetto al 2018; nel secondo fine settimana l’incremento è stato del 15% e, il giorno in cui si è registrata la massima affluenza, è stato sabato 20 luglio 2019 con circa 22.000 validazioni.

Durante l’orario ordinario (lun.-sab. 7.00-21.05 e domenica 08.30-20.45) le validazioni per tutto il periodo della manifestazione sono state pari a circa 97.000 con un incremento dell’11% rispetto al dato del 2018.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento