L'aeroporto dell'Umbria resta a terra, le contromosse: super-manager e nuovi soci

Le decisioni prese dal Cda della Sase, la società che gestisce l'aeroporto dell'Umbria. "Situazione preoccupante": ha ammesso Mauro Agostini

"La richiesta di Alitalia per confermare il collegamento Perugia-Roma è irricevibile e non per noi economicamente sostenibile. Continua il dialogo, anche con Ryanair, per trovare una soluzione o per la conferma dei voli attuali, magari ottimizzando, oppure di nuove rotte". Tutto è in evoluzione secondo il membro del Cda, Mauro Agostini - numero uno di Sviluppumbria, che al termine del Cda della Sase, società che gestisce l'aeroporto dell'Umbria, ha incontrato la stampa insieme all'altro membro del Cda Mencaroni.

"La situazione è preoccupante e non va minimizzata.  Ma ribadiamo sia che le trattive vanno avanti e sia che Sase non ha ceduto, anzi. Siamo qui e ci mettiamo la faccia per salvaguardare un aeroporto che è fondamentale per gli umbri e per l'economia dell'Umbria" ha continuato Agostini che in maniera pragmatica ha lanciato anche due iniziative per il futuro: "Nel Cda odierno abbiamo deliberato: un bando internazionale per individuare il futuro presidente della Sase. In questa maniera speriamo di poter selezionare un professionista del settore con un profilo e una esperienza a carattere internazionale".
I tempi sono stretti: entro il 29 aprile, data assemblea dei soci Sase, devono pervenire le richieste ufficiali degli interessati che saranno subito vagliate al fine di avere un presidente quanto prima.

"La seconda proposta è quella di un bando, previsto per fine autunno 2016, per consentire l'ingresso di nuovi soci privati o istituzionali. Obiettivo rafforzare la governance dell'aeroporto dell'Umbria". Su questo bando va ancora deciso tutto: quante azioni in vendita, a che prezzo e da quando.  Il 2017 doveva essere l'anno della consacrazione dello scalo umbro , invece rischia di essere l'anno della rifondazione con nuovi soci e nuove rotte da trovare.
"Ai primi di aprile i soci - ha concluso Agostini - incontreranno le istituzioni umbre per fare il punto della situazione e per quantificare il loro sostegno. Non è più tempo delle pacche sulle spalle... incoraggiano ma non sono utili in sede di trattative con le compagnie aeree che hanno il coltello dalla parte del manico". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso pubblico, 2133 assunzioni a tempo pieno e indeterminato: il bando

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

Torna su
PerugiaToday è in caricamento