"Se esci da casa da sola ti sgozzo": marito-padrone condannato. Donna massacrata e rinchiusa in casa

L'uomo era talmente violento da bastonare e strascinare per i capelli anche le figlie quando non obbedivano ai suoi comandi

Non poteva uscire di casa da sola, non poteva tenere un cellulare e non doveva mai parlare con altri uomini, anche sul luogo di lavoro. Umiliata e rinchiusa in casa a chiave quando lui usciva. E puntualmente veniva picchiata, con calci e pugni, davanti alle figlie. perchè accusata - senza motivo alcuno - di avere un amante. E' stato questo il dramma di una donna - assistita dall'avvocato Paola Pasinato - vissuto fin dai primi giorni di matrimonio a causa di un marito padrone, folle di gelosia, talmente violento da bastonare e trascinare per i capelli anche le figlie colpevoli di non essere perfette squattere al suo servizio. "Se esci da casa da sola ti ammazzo, ti sgozzo": era solito così minacciare la moglie. La vittima però ha avuto la forza di ribellarsi, lasciarlo e denunciare tutto ai carabinieri. Ieri è stata emessa la sentenza del Gup Valerio D'Andria: il padre padrone è stato condannato a tre anni di carcere per maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizza a lievitazione naturale, ecco le migliori pizzerie di Perugia

  • Documento Unico di Circolazione e bollo auto, cosa è cambiato nel 2020

  • Cresima e comunione insieme, l'arcivescovo cambia tutto: niente padrini e madrine per tre anni

  • Bambina di 12 anni all'ospedale per mal di pancia, ma è incinta

  • Omicidio Polizzi, libero il killer Menenti. Il fratello della vittima pubblica le foto del cadavere: "Ecco come lo ha ridotto"

  • Spara con un fucile alla sorella e al fidanzato: 32enne in Rianimazione

Torna su
PerugiaToday è in caricamento