Umbria, blitz in corso dei Carabinieri: scoperta associazione criminale per il traffico illecito di rifiuti

In azione i militari per la Tutela Ambientale: arresti, sequesti e aziende finite nel mirino

Dalle prime ore di oggi, i militari del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale stanno eseguendo una vasta operazione di polizia giudiziaria che interessa l’Umbria e altre regioni del Paese. Il blitz, coordinato dalla D.D.A. del Tribunale di Perugia, è volto a smantellare una capillare associazione per delinquere dedita ad attività organizzate per il traffico illecito di rifiuti. Sono in corso numerosi arresti e sequestri. Numerosi e gravi i reati contestati agli appartenenti all’associazione, quali  “riciclaggio”, “auto- riciclaggio” e “traffico internazionale illecito di rifiuti”. Sotto sequestro, in queste ore, ben 12 società e molti beni per milioni di euro. L'inchiesta, condotta dal Noe, è nell'ambito dello smaltimento fittizio e irregolare di pannelli solari e materiali elettronici, considerati rifiuti speciali.

Traffico illecito di rifiuti, la "grande truffa" dei pannelli fotovoltaici: impianti dismessi venduti come nuovi in Africa, 91 indagati

(aggiornamento nel corso della giornata)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, due tamponi positivi in Umbria. La Regione: "Casi d'importazione, non rinconducibili a focolai locali"

  • Bollettino medico Coronavirus: "Nessun contagio in Umbria ad oggi". Si decide su scuole ed eventi

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento