Taglio del nastro per la nuova Casa dell'Acqua: "Sicura, economica e per tutti i gusti"

La Casa dell’Acqua è un’iniziativa del Comune di Città della Pieve e di Umbra Acque in collaborazione con Auri

Si è tenuta questa mattina in via delle Regioni a PO’ Bandino di Città della Pieve l’inaugurazione della Casa dell’Acqua. Buona, sicura, economica, ecologica e soprattutto pubblica dall’impianto di erogazione sgorgherà acqua naturale, gassata e refrigerata proveniente dalla rete cittadina. “Con La realizzazione di questa 'Casa dell'Acqua' – come spiegato dal sindaco Fausto Scricciolo – si aggiunge un altro punto di erogazione al quale vorremmo presto aggiungerne uno a Ponticelli per completare il quadro delle opere volte a garantire e incentivare il consumo di acqua pubblica che in assoluto è la più controllata anche come bevanda e non solo per usi domestici e questo ha un particolare significato soprattutto da un punto di vista ambientale”.

L’iniziativa della Casa dell'acqua rientra pienamente nel contesto delle buone pratiche da diffondere tra i cittadini, spiegano dal Comune di Città della Pieve. Per questo al taglio del nastro sono stati invitati anche gli alunni delle scuole accompagnati dalle insegnanti che sono state ringraziate per aver permesso ai ragazzi di partecipare ad un avvenimento che per la comunità è importante.

La Casa dell’Acqua è un’iniziativa del Comune di Città della Pieve e di Umbra Acque in collaborazione con Auri e all’inaugurazione hanno preso parte oltre al sindaco e per Umbra Acque il presidente Gianluca Carini e l’amministratrice delegata Tiziana Buonfiglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il concetto che l’acqua distribuita dall’acquedotto comunale è ‘buona e sicura’ – ha spiegato il sindaco -  deve ricordarci che l’accesso all’acqua è un diritto fondamentale, inalienabile, ed ancora ai nostri giorni è una delle maggiori cause delle ineguaglianze sociali. Per questo la ‘casa’ che inauguriamo oggi è prima di tutto un simbolo di civiltà e di condivisione. Che sempre di più il gesto di approvvigionarsi alla Casa dell’acqua diventi un momento sociale per incontrarsi dei componenti della comunità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aste giudiziarie, l'occasione per "rifarsi" l'auto: dall'audi Q2 praticamente nuova alla Mercedes a 50 euro

  • Covid19, parte l'indagine sierologica a Perugia: Istat seleziona cittadini, occhio al numero telefonico

  • Perugia, incendio alla Biondi recuperi: vigili del fuoco in azione, nube nera in cielo

  • Coronavirus, la Usl Umbria 2: "Quattro nuovi casi di positività", tamponi ai familiari

  • Scontro tra auto a Umbertide: morte due persone, un'altra è rimasta ferita

  • La Usl Umbria 1 vende 24 auto, come fare un'offerta per partecipare all'asta

Torna su
PerugiaToday è in caricamento