Università, nuove aule studio per gli studenti umbri: confermati altri due spazi, c'è la proposta anche per Bastia

Confermati nuovi spazi a Foligno e Narni, avanza la proposta anche a Bastia. Udu: "un'aula studio aperta fino alla sera a Bastia Umbra, la prima non strettamente legata alla presenza di una sede didattica universitaria"

Quasi uno studente su due iscritto all'Università di Perugia potrebbe essere un pendolare. Questo dato si ricava dal numero degli studenti che hanno la propria residenza al di fuori del capoluogo umbro: un numero considerevole di giovani in formazione (circa diecimila) che per usufruire della maggior parte dei servizi messi a disposizione dall'Ateneo deve spostarsi anche di parecchi chilometri ogni giorno, superando gli ostacoli dovuti ad un trasporto pubblico ancora inefficiente, specie sulla lunga distanza. Proprio per ovviare a questo, Udu (Sinistra Universitaria), si batte per trovare nuovi spazi anche nel solco del successo che hanno riscosso le molte aule studio che sono state inaugurate negli ultimi anni a Perugia e a Terni.

Alessandro Biscarini, presidente del Consiglio degli Studenti, spiega : "Dopo una positiva risposta alla nostra richiesta, con l'avviamento dei lavori per due nuove aule studio, una a Narni e una Foligno, abbiamo deciso di non fermarci e provare a credere in una piccola rivoluzione sul nostro territorio regionale: un'aula studio aperta fino alla sera a Bastia Umbra, la prima non strettamente legata alla presenza di una sede didattica universitaria."

“Il percorso è partito circa un anno fa quando durante il Consiglio Comunale del 23 maggio 2017 la consigliera Furiani aveva espresso la necessità per gli studenti bastioli di avere un luogo in cui poter studiare che fosse aperto ad orario continuato, non essendo purtroppo sufficienti i tempi di apertura della frequentata ed estremamente utile biblioteca comunale. Forti del fatto che nel territorio di pertinenza del comune siano residenti quasi 500 studenti (un numero che raddoppia se si considera anche il vicino Comune di Assisi), primi fra tutti abbiamo posto l’attenzione sulla possibile attivazione di un’aula studio. Dopo quasi un anno di riflettori puntati sul tema abbiamo trovato la proficua e competente collaborazione del neo-assessore Lungarotti che ha subito compreso la bontà della proposta mediando con la giunta per l’individuazione di uno spazio adatto”.

“L’invito ricevuto dal Presidente del Consiglio degli Studenti a partecipare alla seduta della Commissione consiliare bilancio, dove si discuterà dell’aula studio a Bastia, non può che farci piacere, dimostrando come l’amministrazione e il Consiglio siano interessati a questo tipo di problematiche, che nella loro risoluzione possono trasformarsi in vere e proprie opportunità” accoglie così la notizia Costanza Spera, coordinatrice della Sinistra Universitaria, che prosegue “il nostro intervento di mediazione tra l’Università e le amministrazioni locali per l’ottenimento degli spazi di studio non si ferma certo qua: i prossimi obiettivi sono alcuni quartieri ad alta densità residenziale studentesca di Perugia e continueremo a lavorare in un’ottica regionale per arrivare ad un modello sempre più integrato.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo e freddo, prima nevicata dell'inverno 2019: il bollettino e le aree che saranno imbiancate

  • Inchiesta anti-ndrangheta a Perugia, tutti i nomi degli arrestati e fermati in Calabria e in Umbria

  • Aereo guasto atterra e si schianta, morti e feriti: la super esercitazione all'Aeroporto di Perugia

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Tragedia a Mantignana: muore pedone investito da un'auto, inutili i soccorsi

Torna su
PerugiaToday è in caricamento