homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Padre uccide a coltellate i suoi bambini e poi si toglie la vita

Ad allertare le forze dell'ordine la moglie del 50enne che si sarebbe riuscita a salvare. Il fatto si è verificato intorno alle 11

Una tragedia si sarebbe verificata a Castiglione del Lago. Dalle prime indiscrezioni trapelate dalle forze dell'ordine, sembrerebbe che un padre abbia ucciso i figli di 8 e 13 anni. L'uomo di 50 anni si sarebbe poi tolto la vita. Il terribile episodio è avvenuto a Vaiano, frazione del comune lacustre. Sul posto, oltre ai carabinieri, si sono recati il personale del 118. Ad allertare le forze dell'ordine la moglie del 50enne che si sarebbe riuscita a salvare. Il fatto si è verificato intorno alle 11.

Le vittime sarebbe un maschio di 8 anni ed una femmina di 13. L'uomo dopo averli uccisi si sarebbe gettato in un pozzo antistante la propria abitazione. La chiamata alla centrale operativa è stata effettuata dalla madre dei bambini alle ore 11.32, come è stato riferito all’ufficio stampa dell’Azienda Ospedaliera di Perugia. La donna, stando alle dichiarazioni dell’operatrice Michela Capannelli in servizio presso la centrale operativa del 118, parlava bene l’italiano ma con una inflessione all’apparenza straniera.

Proprio la donna ha urlato al telefono, chiedendo i soccorsi perché i figlioletti erano stati accoltellati dal padre. Un medico del 118 intervenuto sul posto dalla vicina postazione di Castiglione del Lago ha effettuato la constatazione di morte. La donna in preda a forte agitazione è ancora sul posto ma potrebbe essere trasportata in ospedale a Castiglione del Lago. Come già comunicato sul posto della tragedia i Carabinieri di Città della Pieve.

Aggiornamento ore 13.50

Sul posto si trovano anche i vigili del fuoco con due unità, una partita da Perugia e l'altra da Città della Pieve. Il personale del 115 è in attesa che i carabinieri terminino le indagini da parte dei carabinieri, prima di poter effettuare il recupero della salma dell'uomo.

Aggiornamento ore  14.15

LE VITTIME, IL MOVENTE, LA CRISI ECONOMICA E LA DEPRESSIONE (CLICCA QUI PER L'ARTICOLO)

Aggiornamento ore 14.50

Non trova altra spiegazione se non nei problemi economici, l'amara tragedia consumatasi in via Cellaio (frazione di Vaiano). Maurilio Palmirini amava i suoi due bambini. Giulia e Huber, sono questi i nomi dei due piccoli, nati dall'unione con la moglie. La stessa che è riuscita a salvarsi dalla follia cieca dell'uomo, rimanendo comunque ferita.

Giulia e Huber sono stati uccisi in un tiepida mattinata di gennaio. Nessuno avrebbe mai potuto immaginare che Maurilio Palmerini potesse arrivare a compiere un'atrocità simile, nonostante da settembre soffrisse di una forte depressione dovuta ai gravi problemi economici in cui versava la famiglia. L'uomo, dopo aver compiuto il gesto, si è gettato in un pozzo profondo almeno 20 metri, perdendo la vita nel colpo. I vicini di casa parlano di un uomo tranquillo. Inimmaginabile un epilogo del genere in una famiglia che sembrava essere apparentemente normale e felice.

Aggiornamento ore 15

Si è salvata per miracolo. Si è salvata dopo essere stata colpita con lo stesso coltello che aveva già ucciso i suoi due figli. La moglie di Maurilio Palmerini ( l'uomo, 58 anni, è l'autore della strage in famiglia consumata a Castiglione del Lago), è ora al sicuro nel nosocomio della città lacustre.

E' sotto choc ed ha una ferita, non profonda, alla guancia destra. Una ferita che dimostra come il marito volesse uccidere anche lei, convinto che quella vita non andava più bene per nessun componente di quella famiglia strangolata dalla crisi economica e dalla depressione. La donna è riuscita, secondo i Carabinieri, a fuggire da casa rifugiandosi nella proprietà dei vicini e da lì ha dato l'allarme per cercare disperatamente di salvare i due figli.

Ma non c'è stato niente da fare. Purtroppo i piccoli Huber e Giulia aveva perso troppo sangue. Secondo quanto emerge dai primi accertamenti, il figlio maschio, sarebbe stato ucciso mentre ancora dormiva nel suo letto. Entrambi i bambini erano a casa perché il sabato non c’è la scuola. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Amatrice, si è spenta la speranza: ritrovati morti i due coniugi orvietani

    • Cronaca

      Terremoto, rischio frane lungo i sentieri di montagna: la mappa delle zone a rischio

    • Cronaca

      Estratto dalle macerie di Arquata: muore dopo tre giorni all'ospedale di Perugia

    • Cronaca

      Terremoto, lutto nazionale: ancora scosse a Norcia e allarme sciacalli in Umbria

    I più letti della settimana

    • Potente scossa di terremoto scuote Perugia e l'Umbria: magnitudo 6

    • Terremoto: strada statale chiusa a Norcia per crollo in galleria, treni bloccati tra Perugia e Roma

    • Terremoto, nuova forte scossa in Valnerina: gente in strada

    • Terremoto Centro Italia, famiglia umbra muore sotto le macerie: bambine salve per miracolo

    • Terremoto, notte di paura in Umbria: danni e crolli, 18 scosse in poche ore

    • Terremoto: paura per due umbri dispersi ad Amatrice, albergo distrutto dal sisma

    Torna su
    PerugiaToday è in caricamento