Il truffatore seriale del "pacco" incastrato grazie a un cittadino: orologi costosissimi spariti nel nulla, arrestato

Il truffatore era ricercato in tutta Italia. Tra le vittime anche un collezionista di Spoleto che, al momento dello scambio, gli ha rifilato una copia perfetta di un Rolex, ma da poche decine di euro

Era ricercato in tutta Italia ma, grazie alla collaborazione di un cittadino, un truffatore è finito nella rete della polizia. Sarebbero decine le truffe ai danni di collezionisti ed amatori che l’indagato avrebbe messo a segno; tra le vittime anche uno spoletino da cui è partita la denuncia.

Tutto è iniziato ad ottobre quando un collezionista spoletino denuncia agli agenti del Commissariato di essere stato truffato durante una compravendita di prestigiosi orologi. Lo spoletino aveva messo on line un annuncio per mettere in vendita un costoso Cartier Pasha fino a quando non riceve un ‘allettante proposta: uno scambio alla pari con un Rolex modello Submarine, di cui ha fornito foto e garanzia originale rilasciata da una gioielliera.

Decidono dunque di accordarsi per un incontro per far valutare e periziare i due orologi oggetto di scambio da una gioielleria specializzata nello spoletino, a tutela di entrambi dato il valore economico degli oggetti (circa seimila euro). Una volta avuta la garanzia che entrambi gli orologi attenessero alle garanzie espresse dai due collezionisti, è avvenuto lo scambio. Uno scambio “farlocco” dal momento che l’uomo, con una mossa repentina, ha scambiato il prezioso Rolex da migliaia di euro con una replica perfetta, ma del valore di appena 50 euro.

Quando lo spoletino si è accorto dell’odiosa truffa, purtroppo il sedicente collezionista era già sparito. Denunciato l’accaduto alla polizia, sono scattate le indagini e gli accertamenti tecnici della Polizia Scientifica che ha estrapolato  fotogrammi, filmati e  rilievi di eventuali impronte papillari ed accertamenti sui telefoni cellulari.

Le indagini si sono inoltre concentrare per capire se fossero state commesse truffe con lo stesso modus operandi, arrivando a conclusione che l’uomo che stavano cercando, era un truffatore seriale e furbo, cambiando di volta in volta nome e carta di identità. Mentre le sim – card utilizzate erano intestate a stranieri residenti all’estero.

A quel punto hanno deciso di far scattare la trappola grazie alla preziosa collaborazione di un cittadino di Savona, contattato dallo stesso truffatore che aveva agito a Spoleto. Messo in contatto con la Questura di Savona per organizzare un incontro monitorato, ecco che al momento opportuno il truffatore è stato beccato mentre tentava lo stesso raggiro, con lo stesso orologio Rolex. Per lui, un pluripregiudicato 56 enne riminese con diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sono quindi scattate le manette.

Scattata anche la perquisizione nella sua abitazione a Rimini, gli agenti hanno trovato e sequestrato decine di orologi di marche prestigiose, molti falsi, nonché oggetti preziosi e tutto il necessario per la composizione del “pacco” per la prossima truffa, ma anche cacciaviti di precisione, strumenti di punzonatura e garanzie contraffatte, oltre a scatole e custodie, perfette repliche di originali marchi prestigiosi.

 Condannato per direttissima dal Tribunale della cittadina ligure alla pena di 10 mesi per la truffa  commessa a Savona, l’uomo è stato anche sottoposto all’obbligo di dimora ed al divieto di allontanamento dalla sua città di residenza.

Potrebbe interessarti

  • Carta d'identità elettronica, come richiederla o rinnovarla

  • Lavastoviglie pulita e profumata, ecco i rimedi naturali

  • Grande Fratello 2019, vince la concorrente umbra Martina Nasoni

  • Farmaci equivalenti e farmaci di marca: sono proprio uguali?

I più letti della settimana

  • Ballottaggi: i nuovi sindaci di Marsciano, Foligno, Bastia Umbra e Gubbio

  • Tragico incidente stradale a Ponte Valleceppi, muore l'imprenditore perugino Massimo Bendini

  • Umbria, vaga a piedi in superstrada: "Sono stato licenziato e mia moglie mi ha lasciato"

  • Perugia, follia al Pronto Soccorso: familiare di un paziente aggredisce e colpisce in faccia un infermiere

  • Città di Castello, marito e moglie scomparsi: la ricerca finisce in tragedia, trovati morti

  • Una figlia di 14 anni da incubo, picchia con una pala la madre e la minaccia: "Ti sgozzo di notte"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento