Prova a truffare la Banca d'Italia ma viene smascherato due volte: era anche un ladro

Accade anche questo: un 37enne prova a piazzare delle banconote false proprio nel tempio della valuta. Ma non finisce qui: una volta scoperto dalla perquisizione è venuta fuori anche refurtiva di una spaccata

Prova a truffare la Banca d'Italia ma rimane doppiamente "fregato" tanto da finire in carcere per "spendita di monete false e ricettazione di refurtiva". Un 37enne dell'Est è nel mirino dei Carabinieri di Perugia dopo che un addetto della banca ha deciso di far analizzare alcune banconote che l'uomo voleva cambiare perchè danneggiate dopo un presunto lavaggio involontario in lavatrice.  Mandati i frammenti - da 50 euro e da 20 euro - ad esaminare subito è emerso il primo inganno dello straniero: i frammenti delle banconote erano falsi. 

Poi scatta anche la perquisizione dove saltano fuori altri soldi falsi ma anche numerose ricariche telefoniche e vari tickets per il trasporto pubblico che sono risultate provento di furto commesso nottetempo in danno ad un’edicola in via Innamorati ad Elce. E anche la seconda malefatta del 37enne è saltata fuori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la Regione conferma un caso sospetto in Umbria, una persona in isolamento

  • Coronavirus, tutto quello che c'è da sapere: sintomi, contagio, la malattia e la prevenzione

  • Coronavirus, caso sospetto donna ricoverata in isolamento a Perugia: i risultati del primo test

  • Coronavirus, sospetto contagio in Umbria: donna in isolamento all'Ospedale di Perugia, i risultati tra 24 ore

  • Coronavirus, l'Asl di Lodi segnala la presenza di una donna a rischio in Altotevere: "Non ha sintomi, ed ha lasciato l'Umbria"

  • Ponte Rio, scontro tra auto: grave un 30enne

Torna su
PerugiaToday è in caricamento