Umbertide, ricarica carta di credito con assegni rubati: arrestato per truffa

Un 39enne residente a Perugia è stato arrestato per truffa dai carabinieri. L'uomo usava ricaricare la carta di credito con ingenti somme di denaro, ma pagando con assegni rubati

Un uomo di 39 anni,  residente a Perugia, è stato arrestato con l'accusa di truffa e ricettazione, dopo che è riuscito a truffare diversi commercianti di Umbertide. Il modus operandi dell'uomo era sempre lo stesso: andava nelle ricevitorie-tabacchi chiedendo di ricaricare importanti somme di dennario sulla sua carta di credito.

Normalmente il malvivente ricaricava tra i 1.000 ed i 1.500 euro ed in pagamento offriva assegni postali che ad un successivo controllo risultavano essere rubati.

I carabinieri della stazione di Umbertide, notata la frequenza delle truffe, ha organizzato un servizio di monitoraggio delle ricevitorie che offrono il servizio della ricarica e finalmente, ieri pomeriggio, uno degli agenti ha notato un uomo corrispondente alla descrizione del truffatore.

L'uomo chiede l'ennesima ricarica per carta di credito dando il famigerato assegno postale. A questo punto sono intervenuti i militari che lo hanno arrestato per truffa e ricettazione.

 

Potrebbe interessarti

  • Laghi dell'Umbria, quelli balneabili e quelli dove godersi la natura

  • Casa in disordine, addio: ecco le tecniche per imparare a mantenere tutto a posto

  • La passione per il vino porta David e Victoria Beckham in Umbria

  • Infarto, quando si presenta e come intervenire

I più letti della settimana

  • Travolta da un'onda e sbattuta contro lo scoglio: Sofia muore a 22 anni

  • Perugia, trovato morto in casa con la gola tagliata: indagini in corso

  • Don Matteo torna a Spoleto e gli albergatori chiedono il conto al Comune

  • Umbria, trovato cadavere in un campo: indaga la polizia scientifica

  • Magione, incidente stradale tra tre auto a Montebuono: due feriti

  • La favola di Ferragosto: mamma Cristina e il piccolo Lorenzo più forti delle complicazioni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento