Il trucco al supermercato per spendere come vuole i soldi del reddito di cittadinanza: beccato

L'uomo avrebbe fatto credere ad alcuni clienti di due supermercati di aver avuto problemi nel prelievo di denaro al bancomat e di aver, quindi, necessità di denaro in contanti

Truffa ai danni dello Stato. Con quest'accusa un 45enne romano è stato arrestato dai carabinieri dopo la chiamata del cassiere di un supermercato alle forze dell'ordine. Lo scorso venerdì è comparso dinanzi al Gip Natalia Giubilei per l'udienza di convalida. 

Secondo quanto accertato dalle indagini e confluito nell'ordinanza di convalida dell'arresto, il 45enne avrebbe fatto credere ad alcuni clienti di due supermercati nella zona di Città della Pieve, di aver avuto problemi nel prelievo di denaro al bancomat e di aver, quindi, necessità di denaro in contanti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A quel punto - è l'accusa - avrebbe "indotto in errore" gli stessi clienti pagando loro la spesa con la carta postale, facendosi corrispondere, in contanti, la somma dovuta. Peccato che su quella stessa carta ci fosse confluito il sussidio da parte dello Stato, ovvero il reddito di cittadinanza. Ed è proprio il commesso di uno dei supermercati dove l'indagato avrebbe messo in atto la truffa, ad accorgersi di strani movimenti e a dare l'allarme alle forze dell'ordine che lo hanno poi arrestato nel parcheggio dell'esercizio commerciale. Il Gip, nel convalidare l'arresto, non ha emesso misure cautelari per l'uomo (difeso dall'avvocato Simone Nicotra) che è tornato in libertà. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, purtroppo altre 3 persone decedute negli ospedali di Foligno, Pantalla e Terni. Sono 24 in Umbria

  • L'Umbria apre tutte le sue bocche di fuoco contro il virus: test rapidi, 2mila tamponi al giorno e 25mila controlli mirati

  • Coronavirus, dalla spesa alle scarpe: le risposte dell'Istituto superiore di sanità sul contagio

  • Coronavirus, bollettino regionale del 29 marzo: 1023 contagiati, cresce il numero dei guariti, 'solo' in 46 in terapia intensiva

  • Coronavirus, bollettino medico del 26 marzo: in Umbria 20 morti, 802 contagiati e 12 clinicamente guariti

  • Coronavirus, nuovo bollettino medico in Umbria (25 marzo): 3 guariti in più, zero nuovi decessi, 710 contagiati

Torna su
PerugiaToday è in caricamento