Truffe, 1600 euro per un contratto luce e gas: 24enne prova a raggirare anziana

E' stato denunciato dalle Volanti un italiano 24enne, originario del milanese per truffa aggravata ai danni di una anziana residente nella zona di Corso Garibaldi

L’ indagine è stata avviata nel pomeriggio di mercoledì, grazie ad una chiamata al 113 di un operatore di banca che, insospettitosi, ha segnalato che una cliente 77enne si era recata allo sportello per prelevare dal suo conto mille euro in contanti da consegnare ad un giovane che aspettava al di fuori della filiale per sottoscrivere un contratto di fornitura di luce e gas.

La fuga- Mentre attendeva l’arrivo delle “Volanti”, l’impiegato bancario usciva all’esterno chiedendo spiegazioni al giovane in attesa. Questi, molto impacciato, dapprima ha mostrato una carta d’identità, salvo poi dileguarsi in tutta fretta.

Il precedente- Sul posto gli agenti apprendevano che l’episodio di ieri era stato preceduto due giorni prima da una visita del giovane a casa dell’anziana; in quell’occasione, col pretesto di un fantomatico versamento dell’anticipo per la stipula di un contratto per luce e gas, riusciva a carpirle una somma di denaro in contanti di 600 euro.

Il ragazzo, avrebbe poi ricontattato nella mattinata di mercoledì l’anziana per farsi consegnare un’ulteriore somma di mille euro per una non meglio precisata “ufficializzazione” del contratto stesso. L’indisponibilità di contante da parte della donna, avrebbe poi spinto quest’ultima a recarsi allo sportello bancario per il prelievo della somma necessaria.

Le ricerche- L’individuo in questione, veniva rintracciato dagli agenti poco dopo il suo allontanamento dalla banca presso l’abitazione della compagna, ignara dell’accaduto.

Richiesto di fornire spiegazioni in merito, il giovane, asseriva di essere un incaricato di zona di una nota ditta nazionale operante sul settore dell’Energia e di aver ricevuto la prima somma a titolo di “mancia” e che la seconda era il corrispettivo per un ipotetico recesso anticipato dal contratto.

Il denaro in oggetto, 600 euro che lo stesso S. M. consegnava ai poliziotti, e la copia del contratto consegnata all’anziana venivano debitamente sequestrati.

Il 24enne, S. M. originario del milanese ma residente a Perugia, con piccoli precedenti per reati contro il patrimonio, è stato accompagnato in Questura per gli adempimenti di rito, dove veniva denunciato per truffa aggravata e continuata.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Ad Umbertide apre un nuovo supermercato: 450 mq e una linea di prodotti tutta made in Umbria

  • Piante antizanzare da coltivare sul balcone o in giardino

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Umbria, il pitbull morde una persona in fila alla tabaccheria: la padrona fa finta di niente e se ne va, denunciata

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento