Una truffa lunga dieci anni, ma la vittima chiama i carabinieri: banda inchiodata

I carabinieri di Castel Ritaldi e della Compagnia di Spoleto hanno individuato e denunciato una banda di truffatori, composta da sei  persone, quattro uomini e due donne, tra i 27 e i 57 anni, italiani e rumeni, di Milano e Cologno Monzese

Una truffa lunga anni. E nel mirino, ancora una volta, ci sono gli anziani. I carabinieri di Castel Ritaldi e della Compagnia di Spoleto hanno individuato e denunciato una banda di truffatori provenienti dal milanese, composta da sei  persone, quattro uomini e due donne, tra i 27 e i 57 anni, italiani e rumeni, tutte residenti fra Milano e Cologno Monzese.

La vittima, un pensionato di Castel Ritaldi, è stato contattato nel 2006, 2007, nel 2015 ed infine nel 2016. In prima battuta la banda è riuscita a rubargli 250 euro. Poi, anni dopo, tentavano di estorcergliene altri 1.500,00. L’uomo, nell'ottobre del 2016 si è rivolto ai Carabinieri di Castel Ritaldi che dopo cinque mesi di indagini, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Spoleto i sei truffatori,  per associazione a delinquere, commissione di truffa, sostituzione di persona, tentata estorsione ed usurpazione di titolo.

Potrebbe interessarti

  • Pancia gonfia, ecco le cause e i rimedi naturali

  • Asciugatrice, serve o no? Ecco come capirlo

  • Spazzatura, come disinfettare i bidoni ed evitare il cattivo odore, specie d'estate

  • Le oasi naturalistiche più belle intorno a Perugia da visitare in famiglia

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia, muore a 42 anni in piscina: inutili i soccorsi

  • Sostiene un esame a Medicina e precipita dalle scale dell'Ospedale: muore a soli 26 anni

  • Umbria, sparatoria in pieno centro a Terni: carabiniere ferito

  • Tragedia in Umbria, precipita dal quarto piano: muore a 38 anni

  • Università di Perugia in lutto, studentessa tragicamente scomparsa: "Vicini alla famiglia"

  • Miss Italia 2019, eletta la più bella di Perugia: tutte le premiate

Torna su
PerugiaToday è in caricamento