Una truffa lunga dieci anni, ma la vittima chiama i carabinieri: banda inchiodata

I carabinieri di Castel Ritaldi e della Compagnia di Spoleto hanno individuato e denunciato una banda di truffatori, composta da sei  persone, quattro uomini e due donne, tra i 27 e i 57 anni, italiani e rumeni, di Milano e Cologno Monzese

Una truffa lunga anni. E nel mirino, ancora una volta, ci sono gli anziani. I carabinieri di Castel Ritaldi e della Compagnia di Spoleto hanno individuato e denunciato una banda di truffatori provenienti dal milanese, composta da sei  persone, quattro uomini e due donne, tra i 27 e i 57 anni, italiani e rumeni, tutte residenti fra Milano e Cologno Monzese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima, un pensionato di Castel Ritaldi, è stato contattato nel 2006, 2007, nel 2015 ed infine nel 2016. In prima battuta la banda è riuscita a rubargli 250 euro. Poi, anni dopo, tentavano di estorcergliene altri 1.500,00. L’uomo, nell'ottobre del 2016 si è rivolto ai Carabinieri di Castel Ritaldi che dopo cinque mesi di indagini, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Spoleto i sei truffatori,  per associazione a delinquere, commissione di truffa, sostituzione di persona, tentata estorsione ed usurpazione di titolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Coronavirus e Fase 2, nuova ordinanza della presidente della Regione Umbria: le attività che riaprono dal 3 giugno

Torna su
PerugiaToday è in caricamento