Tragedia in Umbria, si sente male dopo una passeggiata: muore 17enne

L'ipotesi più accreditata è che il giovane sia stato colto da un malore fatale. Inutili i soccorsi

Tragedia nella serata di ieri, venerdì 27 aprile, in una frazione in provincia di Perugia, a una decina di chilometri da Todi. Un giovane di 17 anni ha perso la vita dopo essere tornato da una passeggiata con un amichetto. Secondo gli inquirenti a stroncare la vita di questo giovane potrebbe essere stato un malore fatale, anche se sarà l'autopsia a chiarire la motivazione di una morte tanto assurda. 

Secondo una prima ricostruzione, il giovane stava percorrendo a piedi una strada in salita in compagnia di un coetaneo per fare un pò di attività fisica all'aperto, per tornare a casa avrebbero chiesto un passaggio in auto ad un ragazzo del paese che conoscevano quando ad un tratto, giunti nei pressi dell'abitazione dell'amico, il 17enne ha iniziato a sentirsi male.

Subito sono stati allertati i soccorsi; un'auto medicalizzata partita da Pantalla e un'ambulanza da Todi, ma purtroppo i sanitari non hanno potuto far altro che constatarne il decesso. Un dramma inspiegabile, che si sarebbe consumato nel giro di pochi istanti. Sul posto anche i carabinieri della compagnia di Todi. La salma del giovane è stata messa a disposizione dell'autorità giudiziaria e il pm di turno ha chiesto l'autopsia sul corpo del 17enne che potrebbe essere effettuata già a partire dalle prossime ore. La pista perseguita dagli inquirenti resta quella di una tragica morte naturale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento