Terrorismo, espulso un altro Imam: predicava a Perugia e Corciano

L'uomo era da tempo sotto la lente della Digos di Perugia per i suoi contatti con soggetti coinvolti in indagini per terrorismo, tra i quali l'ex imam della moschea di Ponte Felcino arrestato nel 2007

Prediche definite estreme nelle moschee di Perugia e Corciano, contatti stretti con l'islam radicale, due tunisini convinti ad abbracciare la causa della jihad. Un altro Imam è stato espulso nelle ultime ore dal ministero dell'Interno dopo le indagini della polizia. Si tratta di un marocchino di 52 anni, residente a Perugia dove era stato imam presso al Centro Culturale Islamico e dal quale era stato allontanato. Il 52enne è stato espulso per “motivi di sicurezza dello Stato” con un provvedimento firmato dal ministro dell'Interno, Marco Minniti.

L'uomo, riferisce una nota del ministero dell'Interno, era da tempo sotto la lente della Digos di Perugia per i suoi contatti con soggetti coinvolti in indagini per terrorismo, tra i quali l'ex imam della moschea di Ponte Felcino arrestato nel 2007 e poi condannato per reati di terrorismo internazionale. Il 52enne, secondo le indagini della polizia, aveva contribuito a radicalizzare due tunisini espulsi, nel 2015 e nel maggio 2017, in esecuzione di due distinti provvedimenti del ministro dell'Interno emessi per motivi di sicurezza.

Inoltre, prosegue la nota del Viminale, “lo straniero continuava a svolgere lezioni coraniche e prediche ultraradicali presso il luogo di culto Assalam di Corciano, mentre sul suo profilo facebook sono emersi post con i quali condivideva inequivocabilmente l'ideologia e i metodi del Daesh”. Rimpatriato per direttissima da Roma. Con il rimpatrio di oggi, il 64esimo del 2017, sono 196 a livello nazionale i soggetti gravitanti in ambienti dell'estremismo religioso espulsi con accompagnamento nel proprio Paese dal gennaio 2015 ad oggi.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Spese e progetti fasulli per intascare il contributo, azienda nel mirino della Corte dei conti

  • Attualità

    Papa Francesco nomina il nuovo vescovo ausiliare di Perugia: è monsignor Marco Salvi

  • Politica

    Foligno, bimbo in ospedale per una grave malformazione genetica: "Mancano i medici, genitori costretti ad assisterlo"

  • Cronaca

    Mafia, morto a Perugia il boss Tommaso Spadaro: il "re" della Kalsa che si paragonava a Gianni Agnelli

I più letti della settimana

  • Licenziata per giusta causa dalla Cucinelli, ma il Tribunale annulla la decisione: "Sia riassunta e 20mila euro di risarcimento"

  • Nuove aperture a Perugia, maxi supermercato Conad in via Settevalli: 40 nuovi posti di lavoro

  • Papa Francesco nomina il nuovo vescovo ausiliare di Perugia: è monsignor Marco Salvi

  • A Perugia il primo "Cannabis social club" dell'Umbria, il consiglio comunale dice sì

  • Umbria Jazz 2019, cartellone incredibile: ufficiale, ci sono anche Lauryn Hill, Kamasi Washington e il trio Gazzè-Britti-Manu Katché

  • Avvocato quasi gratis, liquidata parcella della vergogna: 32,50 euro per una causa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento