Terremoto Umbria-Marche, riaperte la Salaria e la Tre Valli Umbre

Più di duecento scosse di terremoto in poche ore, crolli, edifici sbriciolati e paesi isolati tra l'Umbria e le Marche. La situazione dopo il sisma di mercoledì 26 ottobre è disperata.

Per quanto riguarda la viabilità è stata riaperta a senso unico alternato la strada statale 4 ‘Salaria’ a Pescara del Tronto nel territorio di Arquata del Tronto, in provincia di Ascoli Piceno, chiusa in via precauzionale ieri sera, in accordo con la Protezione Civile, a causa del sisma che ha colpito la zona. “Alla prima scossa di terremoto alle ore 19.10 i sensori posizionati sul versante prospiciente la strada hanno evidenziato significativi movimenti di materiale, inducendo Anas, d’intesa con la Protezione Civile, a chiudere il tratto interessato dell’arteria per tutelare la sicurezza della circolazione. Infatti con la seconda scossa delle 21.18 si è registrato il distacco di blocchi di calcestruzzo e di detriti dei manufatti dell’abitato di Pescara del Tronto sovrastanti la strada, già in precario stato di equilibrio a seguito del sisma del 24 agosto. Tale materiale, grazie alle opere di contenimento (container) posizionate da Anas a ridosso del versante, non è caduto sul piano viabile”.

A seguito dei sopralluoghi effettuati nelle prime ore di questa mattina dai tecnici Anas, che hanno verificato la stabilità del versante, è stato possibile riaprire l’arteria attorno alle ore 8.

Anas ricorda anche che “la strada statale 685 "delle Tre Valli Umbre" è chiusa in entrambe le direzioni in località Biselli, tra Cerreto di Spoleto e Serravalle, in provincia di Perugia, a causa della caduta di alcuni massi. Al momento il transito è consentito ai soli mezzi di soccorso e i tecnici Anas hanno in corso le operazioni di bonifica del versante per consentire la riapertura in tempi brevi del tratto”.

AGGIORNAMENTO:  Anas ha riaperto al traffico in entrambe le direzioni la strada statale 685 "delle Tre Valli Umbre" (Spoleto-Norcia), chiusa nella serata di ieri in località Biselli, tra Cerreto di Spoleto e Serravalle (PG), in seguito alla caduta di alcuni massi provocata dal sisma che ha interessato il Centro Italia nelle ultime ore. Il tratto resta monitorato dal personale Anas presente sul posto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Si perde nella palude per inseguire un animale, cane salvato dai vigili del fuoco

  • Albero crolla e si abbatte su una casa e su un'auto

  • Gualdo e comuni limitrofi, sale la preoccupazione per i furti: mezzo sospetto, scatta il tam-tam

  • Scontro tra bus e auto, un ferito a Todi

  • Malattie sessualmente trasmissibili e psoriasi, dermatologi a Perugia: "In aumento i casi, tutti i rischi"

Torna su
PerugiaToday è in caricamento