Il grande gesto: mettono in vendita la casa in Umbria per donare soldi ai terremotati

Coppia di trevigiani aveva acquistato casa in Umbria, innamorata della bellezza della nostra terra. Ma ora il ricavato della vendita andrà alle popolazioni colpite dal sisma

Un gesto di grande generosità, di quelli che vale la pena raccontare: protagonisti di questa bella vicenda, è una coppia di Treviso che, dopo essere rimasti colpiti dalla bellezza della nostra Umbria, aveva deciso di acquistare un appartamento nel centro storico di Massa Martana per trascorrere le vacanze o qualche fine settimana. Poi, per una serie di circostanze, avevano deciso di mettere la casa in vendita, fino a quando è arrivata la notizia del terremoto che dal 24 agosto ha colpito alcune zone del Centro Italia.

Terremoto, è sempre in moto la macchina della solidarietà: cittadini e associazioni donano 10mila euro

Da lì l'idea di regalarlo ad una famiglia che ne avesse bisogno, ma vista l'emergenza che ha coinvolto tantissime famiglie, hanno deciso che il ricavato sarebbe stato destinato ad un ampio numero di persone. Si sono così rivolti ad una agenzia immobiliare di Todi, la stessa che ne aveva curato la vendita, ed il prezzo è stato ridotto rispetto a quello reale della casa: un gesto nobile, l'appartamento, di 70 metri quadrati, è completamente ristrutturato e si affaccia sul centro storico di uno dei luoghi più belli dell'Umbria. La notizia è stata riportata da Il Corriere dell'Umbria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nessuno vuole più indossare la toga? Esame da avvocato, domande al minimo storico

  • Muore a 39 anni schiacciato dal trattore, inutili i soccorsi

  • "Mi ha ridotto così divertendosi": Caterina denunciando tutto è riemersa dall'abisso: massacrata ma viva

  • Umbria, colpito da infarto in banca: infermiere e vigile del fuoco fuori servizio gli salvano la vita

  • Cadavere in un canale, sul posto Carabinieri e Vigili del fuoco

  • Ingegneri, architetti, scienziate e statistici: i laureati che mancheranno nei prossimi anni

Torna su
PerugiaToday è in caricamento