Bimbo violentato e maltrattato, l'incubo della prostituzione minorile: mamma e compagno arrestati

Il piccolo era giunto da pochi mesi in Italia e veniva tenuto imprigionato nella casa in periferia di Terni. Qui è dove si sarebbero verificate le sevizie a sfondo sessuali e gli abusi

Violentato e maltrattato nella casa degli orrori. E la polizia di Terni non esclude che i due arrestati, la madre del bambino di sei anni e il compagno, entrambi di nazionalità rumena, volessero avviarlo alla prostituzione minorile. L'uomo e la donna, di 25 e 30 anni, sono stati arrestati dalla Squadra Mobile che ha dato esecuzione ad un ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip presso il tribunale di Terni, Federico Bonagalvagno, al termine di delicate e complesse indagini coordinate dal sostituto procuratore della Repubblica Elisabetta Massini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una storia dell'orrore. Il piccolo era giunto da pochi mesi in Italia e veniva tenuto imprigionato nella casa in periferia di Terni. Qui è dove si sarebbero verificate le sevizie a sfondo sessuali e gli abusi. Il piccolo non andava neanche a scuola. Ad allertare i vicini di casa, che hanno segnalato tutto alla polizia, le lacrime e le urla del bambino.
L'uomo, secondo quanto appurato dalla polizia, è a Terni da anni, incensurato e con un lavoro fisso. La donna, invece, è ben nota agli agenti perché “dedita alla prostituzione”.

Secondo la ricostruzione degli agenti di Terni l'uomo costringeva il piccolo ad assistere ai rapporti sessuali della madre con i clienti e alle effusioni di tutti i tipi tra la donna e il compagno.
E purtroppo c'è anche di peggio. Il bambino di soli sei anni, spiegano ancora gli agenti, veniva offeso, picchiato con un frustino e una mazza da baseball, minacciato con un coltello e denudato. In continuazione. Gli avevano anche rasato la testa e tenuto a digiuno forzato. Il piccolo, una volta scattati gli arresti, d’intesa con la Procura della Repubblica presso il tribunale per i minorenni di Perugia, è stato portato in una struttura per minori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento