Spariti i dipinti di Annibale Brugnoli tenuti in garage, sotto processo per furto una perugina

Le opere dell'autore delle decorazioni di Palazzo Cesaroni trafugate grazie ad una copia delle chiavi della porta del garage. Processo e lite in tribunale

Furto aggravato è l’imputazione a carico di una perugina di 50 anni, difesa dagli avvocati Nicola Di Mario e Michele Nannarone, accusata di aver sottratto dei dipinti d’autore da un garage.

La notizia del furto, di per sé non così importante, diventa eclatante se si pensa che esistono fortunati proprietari di opere d’arte di Annibale Brugnoli, pittore perugino del XIX secolo, autore delle decorazioni e degli affreschi di Palazzo Cesaroni e Palazzo Graziani a Perugia e del Teatro Costanzi a Roma, solo per citare alcuni lavori.

La donna, secondo la procura perugina, “al fine di trarne profitto per sé o per altri, si impossessava di 36 affreschi del pittore Annibale Brugnoli (probabilmente cartoni di affreschi, ndr), sottraendoli ad … dall’interno del garage di proprietà di … all’interno del quale le opere erano custodite. Con l’aggravante di aver commesso il fatto avvalendosi di un mezzo fraudolento, consistito nell’impiegare un esemplare della chiavi che permettono l’apertura della porta del garage”.

Il derubato si è costituito parte civile tramite l’avvocato Giuseppe Innamorati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quando il bucato non profuma: lavare e igienizzare la lavatrice

  • Ospedale di Perugia in lutto, è morta Giampiera Bistarelli: "Ha dato a tutti noi una grande lezione di vita"

  • Le aziende che assumono. La perugina Barton cerca nuovi agenti: ecco come candidarsi

  • Sbanda e finisce fuori strada con l'auto: Marcello muore a 53 anni

  • Aeroporto, volo Ryanair Perugia-Malta confermato per tutto l'inverno

  • Commercialista infedele, spariscono 500mila euro di tasse e i clienti finiscono nei guai con il Fisco

Torna su
PerugiaToday è in caricamento